Connect with us logo La Voce del Trentino

Pista

Olimpiadi Tokio 2020: una spettacolare Nadia Battocletti conquista la finale del 5.000 metri

Pubblicato

il

Riesce l’impresa a Nadia Battocletti: la trentina classe 2000 lotta nelle batterie dei 5000 metri delle Olimpiadi di Tokyo 2020 riuscendo ad accedere alla finale in programma tra tre giorni.

Nella prima delle due batterie grandi tempi per quasi tutte le iscritte; la seconda gara, quella con la Battocletti, parte piano con le atlete che da subito si rendono conto che per passare il turno si dovrà rientrare tra le prime 5 senza fare affidamento sui 5 migliori crono da ripescare.

Pubblicità
Pubblicità

Nadia rimane sempre con le migliori e facendosi trovare pronta nella lunga volata dell’ultimo chilometro: all’ingresso nell’ultimo rettilineo l’italiana salta gran parte del gruppo di testa e chiude terza in 14’55″83, record personale, sfiorando anche il primo posto.

Una personalità da grande, un talento maestoso, a soli 21 anni. La mezzofondista trentina firma la sua gara con il primato personale di 14:55.83, che è anche la cifra della migliore prestazione italiana U23 e il suo secondo blitz sotto i quindici minuti dopo il 14:58.73 di Nizza nel mese di giugno.

Con una prova di estrema maturità e carattere, dosa alla perfezione le energie, sfodera un ultimo giro sopraffino e coglie il terzo posto in batteria (e quindi la qualificazione diretta), alle spalle di due fuoriclasse della specialità come l’etiope Gudaf Tsegay (14:55.74) e della keniana Hellen Obiri (14:55.77).

Già dopo la prima batteria (con dieci atlete sotto i 15 minuti) c’era la certezza di dover correre forte, fortissimo, nella seconda. Così è stato. Svetta Sifan Hassan (Olanda) con il suo 14:47.89.

Undicesimo tempo complessivo per Nadia, un palmares giovanile incredibile, con due ori europei U20 nel cross e il fresco titolo europeo U23 nei 5000 a Tallinn. Ma da stasera, dalla serata giapponese, si sbarca definitivamente nel mondo dell’atletica che conta. E lunedì alle 14.40 italiane, in finale, c’è soltanto da divertirsi.

La val di Non e tutto il trentino è in festa. A Cavareno, paese natio di Nadia era stato montato anche un mega shcermo per assistere alla gara. Operzione che sarà probabilmente ripetuta anche il giorno della finale.

Nelle foto i tifosi trentini mentre assistono alla gara della propria concittadina.

Archivi

Categorie

di Tendenza