Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

Il calcio trentino vuole ripartire. Il 31 gennaio la data possibile di ripresa

Pubblicato

il

Se ne è parlato già qualche settimana fa e, precisamente, nelle giornate del 3 e 4 novembre, durante una teleconferenza tra i vertici della LND di Trento e le società affiliate ma attraverso il comunicato ufficiale numero 67 di giovedì 19 novembre è stata resa nota ufficialmente una bozza del calendario dei vari campionati regionali e provinciali.

A causa della seconda ondata della pandemia il calcio dilettantistico si è fermato ormai al 25 ottobre, con l’ultima giornata giocata tra mille difficoltà e con diversi rinvii. La LND, a seguito dell’ultimo dpcm emanato dal Premier Giuseppe Conte, aveva deciso quindi di sospendere momentaneamente tutte le attività sportive non professionistiche e i campionati regionali e provinciali sono quindi stati congelati.

Con l’ultimo comunicato emesso dalla LND di Trento, però, è stato reso ufficialmente noto una sorta di calendario di riparazione, che ha come obiettivo quello di portare a termine nel miglior modo possibile la stagione, senza compromettere il lavoro delle società.

Per quanto riguarda l’Eccellenza, il piano attuato dalla federazione è quello di ricominciare ufficialmente il campionato il 31 gennaio con la decima giornata di andata. Una settimana prima, però, e quindi domenica 24 gennaio, l’obiettivo è quello di far recuperare le varie partite che non sono state disputate nel corso della stagione, cercando così di equilibrare il più possibile il numero di partite disputate dalle varie squadre. Proseguendo, il calendario dell’Eccellenza prevederebbe poi ben quattro turni infrasettimanali, precisamente il 3 febbraio, il 21 aprile, il 19 maggio e il 2 giugno, per poi terminare con l’ultima giornata il 20 giugno.

Spostandoci poi sulla Promozione, in questo caso la scelta è stata pressoché simile, con la decisione di dedicare due giornate ai vari recuperi delle partite, il 17 e il 24 gennaio, per poter iniziare anche qui con la decima giornata di andata la settimana successiva, il 31 gennaio. Il resto del calendario, poi, è uguale a quello di Eccellenza, con i vari infrasettimanali programmati negli stessi giorni così come la chiusura del campionato.

Domenica 27 giugno è in programma lo spareggio tra la seconda del campionato trentino e la seconda di quello altoatesino.

Situazione diversa per quanto riguarda invece la Prima e la Seconda categoria.
Per quanto riguarda i campionati di Prima categoria, l’obiettivo della federazione è quello di partire anche qui dai recuperi, dedicando a quest’ultimi ben due giornate, il 7 febbraio e il 14 febbraio, per poter poi cominciare nuovamente il campionato domenica 21 febbraio. In questo caso gli infrasettimanali sarebbero solamente due (31 marzo e 2 giugno) e la fine del campionato cadrebbe una settimana prima rispetto alla Promozione e all’Eccellenza, quindi il 13 giugno.
Il 20, 23 e 26 giugno sono le date dedicate ai playout, mentre il 20 e il 27 giugno saranno invece i giorni dedicati ai playoff.

Ancora più tardiva la ripresa del campionato di Seconda categoria, che vedrà le sue società scendere nuovamente in campo solamente il 21 e il 28 febbraio per i vari recuperi e il 7 marzo per la ripresa regolare dei vari gironi. Come per la Prima categoria, gli infrasettimanali saranno solamente due e la fine del campionato sarà il 13 giugno. Il 20, 23 e 27 giugno, inoltre, saranno i giorni dedicati ai playoff.

Questo è quanto è emerso dalla teleconferenza tra le società e la LND, che mantiene comunque un piano di riserva nell’eventualità che la pandemia dovesse continuare su questi livelli anche in futuro. In quel caso l’obiettivo è quello di terminare l’andata dei vari campionati per poi completare il tutto attraverso dei playoff e playout in stile basket, anche se per attuare questa “riforma” ci sarebbe bisogno dell’approvazione da parte della FIGC/LND.

Archivi

Categorie

di Tendenza