Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

Il 2021 del Trento parte dal Veneto. Oggi sfida al Caldiero Terme

Pubblicato

il

E’ finito il tempo dei brindisi e dei festeggiamenti, oggi, 6 gennaio 2021, la Serie D riparte.
La capolista Trento sarà ospite al Mario Berti di Caldiero, contro il Caldiero Terme.

La squadra di Parlato, dunque, inizierà il suo 2021 in terra veneta e tornerà in campo a distanza di quasi un mese. L’emergenza Covid sta rendendo sempre più incerto questo campionato, con diversi rinvii anche poche ore prima dell’inizio.
Dopo la vittoria in rimonta per 3-2 sul San Giorgio Sedico grazie alla rete del giovanissimo Bonomi, i gialloblù di via San Severino si sono visti rinviare prima la partita contro la Luparense che era prevista in data 20 dicembre e, successivamente, quella contro il Montebelluna del 23 dicembre. 

Nonostante questo stop forzato di due giornate, la squadra di Mister Parlato non ha perso la vetta della classifica, anzi, potenzialmente ha l’occasione per allungare. La classifica infatti vede il Trento primo a 20 punti insieme a Manzanese e Union Clodiense, che hanno però giocato regolarmente 11 partite, 2 in più quindi dei gialloblù. Prime inseguitrici del terzetto di testa sono il Delta Porto Tolle, distante solamente 1 punto e con una partita in meno rispetto a Manzanese e Unione Clodiense ma una partita in più rispetto al Trento, e il Belluno, anche lei a quota 19 ma con tutte e 11 le partite disputate.

La partita di questo pomeriggio sarà appunto contro il Caldiero Terme, 11esimo in classifica a 16 punti ma con tutte le partite disputate. La squadra allenata dall’ex Dro Soave arriva alla partita col Trento con tre risultati utili di fila alle spalle e più precisamente tre pareggi contro Cjarlin Muzane (2-2), Este (1-1) e Ambrosiana (2-2). L’ultima vittoria dei veneti risale al 1 novembre, quando sul campo del Campodarsego si imposero per 2-0 grazie alle reti di Zerbato e Filiciotto.
La stagione del Caldiero era partita decisamente in discesa, grazie alle tre vittorie nelle prime tre gare, che avevano spinto i ragazzi di Soave a punteggio pieno. Dopo questo exploit iniziale, però, i veneti hanno vinto solamente una volta nelle restanti otto partite, perdendo però in solamente tre occasioni.

Il Trento di Parlato andrà sicuramente a caccia della vittoria, che permetterebbe di mantenere la vetta della classifica nonostante le due partite in meno. L’occhio però sarà anche indirizzato agli altri match, dove una delle dirette inseguitrici, l’Union Clodiense, è attesa dall’impegnativa trasferta sul campo della Luparense, sesta a soli 3 punti proprio dai veneti e dal Trento.
L’altra capolista, la Manzanese, è invece attesa da un pericoloso testacoda contro l’Union Feltre, 16esimo a 9 punti e alla disperata ricerca di punti salvezza.

Con la gara di oggi il Trento darà il via a un gennaio scoppiettante che, salvo imprevisti e improvvisi rinvii, vedrà la squadra gialloblù impegnata ben sei volte. Dopo la partita delle 14.30, infatti, il Trento affronterà il 10 gennaio proprio la Manzanese, in quello che di fatto sarà un vero e proprio scontro diretto. Il 27 gennaio sarà invece il giorno del derby regionale contro la Virtus Bolzano. Tre giorni dopo altro infrasettimanale, al Briamasco, contro l’Adriese, per poi chiudere il 24 gennaio contro il Campodarsego in trasferta e il 31 gennaio contro il Cartigliano in casa.

Mese impegnativo per i ragazzi di Parlato che però, già da oggi hanno in testa un solo obiettivo, quello di mantenere la testa della classifica.

Archivi

Categorie

di Tendenza