Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

La ripartenza del calcio dilettantistico slitta ancora

Pubblicato

il

Era nell’aria già da un po’, tra l’aumento dei casi di Coronavirus, nuovi dpcm e restrizioni sempre più stringenti, la ripresa dei vari campionati di calcio dilettantistici trentini (dall’Eccellenza in giù) era appesa a un filo e, dopo aver programmato come ripartenza il 31 gennaio 2021, la Federazione si è vista costretta a spostare di almeno un mese la data.

Nelle riunioni fatte a novembre tra i vari Presidenti delle società e la Federazione Trentina, era emerso come i vari campionati sarebbero potuti ripartire il 31 gennaio.

L’idea di base scaturita da quell’incontro, era appunto quella di ricominciare i campionati di Promozione ed Eccellenza l’ultima settimana del primo mese dell’anno, cercando di recuperare le varie partite rinviate a settembre e ottobre tra domenica 24 e domenica 17 gennaio, per concludere poi i vari campionati nei primi giorni di giugno.

La decisione maturata in quell’incontro è restata in piedi per un po’, fino a che, attraverso il comunicato numero 75 del 22 dicembre 2020 al punto 3.1, la stessa FIGC di Trento ha stabilito una nuova data per l’ipotetica ripresa dei campionati di Eccellenza, Promozione, Juniores Elite, Elite Under 15 e Elite Under 17.

La nuova data scelta dal Comitato è quindi quella di domenica 28 febbraio (sabato 27 per la Juniores), ovvero un mese dopo la precedente. All’interno del comunicato si specifica come quella del 28 febbraio 2021 sia solamente una data ipotetica e, come nel precedente caso, la situazione sarà costantemente monitorata per aggiornare al più presto le varie società dando a esse maggiori garanzie nel più breve tempo possibile.

Alla base di questa scelta c’è soprattutto l’impossibilità da parte dei giocatori delle varie società di potersi allenare in gruppo a partire dal 7 gennaio, nemmeno rispettando tutti i protocolli e le norme anti Covid. Essendo quindi impossibilitati a riprendere gli allenamenti risultava estremamente complicato ripartire con i campionati tra appena un mese, senza aver abbastanza allenamenti alle spalle da garantire un corretto svolgimento del campionato.

Sempre all’interno del punto 3.1, viene inoltre sottolineato come per gli altri campionato non citati (Prima e Seconda Categoria e le altre categorie giovanili) la data di partenza subirà uno slittamento proporzionato alla situazione che verrà a determinarsi.

Nessuna data certa quindi per Prima e Seconda Categoria che, nell’ultima riunione di novembre, avevano visto come giorno della ripartenza regolare del campionato rispettivamente il 21 febbraio e il 7 marzo. Questa volta prima di dare una data certa, l’obiettivo sarà appunto quello di monitorare settimana per settimana l’evoluzione della situazione.

Nel caso non si riesca a ripartire in tempi relativamente stretti e che non permettano quindi di concludere regolarmente ed entro giugno il girone di ritorno, l’obiettivo della Federazione è quello di terminare nel migliore dei modi il girone d’andata dei vari campionati, per poi procedere a una formula più breve e comoda, che permetta quindi di garantire comunque un finale di stagione.

In questo caso, l’ipotesi più plausibile è che, una volta terminata l’andata, si proceda con i vari play-off e play-out, per determinare promozioni e retrocessioni. Per realizzare questa formula, comunque, sarebbe necessaria una deroga da parte della FIGC.

Conseguentemente a ciò, anche le varie Coppe di Provincia sono stato spostate ma, in questo caso, non c’è ancora una data possibile di ripartenza.

Archivi

Categorie

di Tendenza