Connect with us logo La Voce del Trentino

La Sfera e lo Spillo

Genoa-Lazio (1-4): disfatta del Grifone

Pubblicato

il

Il confronto tra Genoa e Lazio è il “lunch match” della 32esima giornata di Serie A.

I rossoblù sono a caccia dei 3 punti dopo la sconfitta di misura contro il Verona al Bentegodi. Il Grifone è in condizione precaria sul fondo della classifica al 19esimo posto (a quota 22 punti).

Gli aquilotti sono collocati al sesto posto alle spalle a 2 lunghezze della Roma (a quota 54 punti).

I NUMERI

La truppa di Maurizio Sarri si presenta al Ferraris con un bottino di 15 vittorie, 7 pareggi e 9 sconfitte. Secondo attacco della massima serie (alle spalle dell’Inter) con 60 reti all’attivo e 46 reti subite.

I genoani dopo i diversi cambi alla cloche hanno racimolato 2 sole vittorie, 16 pareggi e 13 sconfitte. Le reti realizzate sono 23 (peggior attacco a un passo dalla Salernitana) mentre il passivo è pesante con 48 reti incassate.

L’ATMOSFERA

In riva al Bisagno, domenica 10 aprile 2021 (ore 12.30), il cielo è sereno e azzurro, un leggero venticello accarezza i vessilli, il manto erboso è in perfetto condizioni e la temperatura di 14 gradi centigradi.

IN DIRETTA

La partita è trasmessa in diretta ed esclusiva sulla piattaforma DAZN, la voce è di Gabriele Giustiniani, il commento tecnico di Manuel Pasqual, a bordocampo e interviste di Barbara Cirillo.

LA DISTINTA

Ecco le formazioni ufficiali:

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Ostigard, Maksimovic, Vasquez (65’ Criscito); Galdames, Badelj (74’ Frendrup; Portanova (46’ Ekuban), Amiri (82’ Gudmundsson), Melegoni (65’ Yeboah); Piccoli (Allenatore Alexander Blessin)

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari (82’ Hysaj), Patric, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savic, Leiva (54’ Cataldi), Luis Alberto (72’ Basic); Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni (72’ Pedro) (Allenatore Maurizio Sarri)

L’ARBITRO

Il fischietto dell’incontro è affidato a Gianluca Manganiello della Sezione AIA di Pinerolo. Gli assistenti sono Baccini e Prenna, quarto uomo Miele al VAR Nasca, assistente VAR Tegoni.

SPUNTI DI CRONACA

Nove minuti di gioco e Ciro Immobile scaglia il primo tiro verso la porta difesa da Sirugu. Il fendente si spegne sulla sinistra del palo difeso dall’esperto portiere.

In mezzo al campo le 2 squadre si scontrano con aggressività e ritmo. Gli ospiti si raccolgono nella propria metà campo e organizzano le repentine ripartenze.

La Lazio è squadra sorniona ed esperta, ben messa in campo e attrezzata sul piano tecnico e fisico. I ragazzi di Blessin sono spuntati, ci mettono impegno e determinazione ma peccano in precisione ed esperienza.  

I padroni di casa sfiorano il vantaggio con il colpo di testa di Ostigard sul traversone insidioso di Maksimovic, Strakosha devia con maestria.

Amiri (numero 8 del Genoa) scalda i guantoni dell’estremo difensore biancoceleste. Sull’altro fronte Luis Alberto calcia senza impensierire la difesa laziale.

Piccoli cade in area di rigore biancoceleste sul contrasto con Acerbi, per l’arbitro Manganiello non vi sono gli estremi per decretare il calcio di rigore.

Adam Marusic semina la difesa rossoblù e trafigge Sirigu (al minuto 31). La squadra di Blessin ci riprova con Melegoni ma Strakosha blocca la sfera.

Allo scadere della prima frazione di gioco Ciro Immobile raddoppia con un tiro in diagonale che s’insacca nell’angolino basso alla sinistra di Sirigu (al minuto 45+1)

Dopo la ricreazione Sirigu compie una grande parata sul siluro di Felipe Anderson.

La gradinata nord del Marassi spinge Badelj e compagni che si scoprono e Ciro Immobile chiude il tris (al minuto 63).

Il Genoa accorcia le distanze con l’autorete di Patric sul traversone di Amiri (al minuto 68) confermato dalla “goal line technology”.

Ciro Immobile affonda il Grifone siglando la sua personale tripletta con il contributo di Pedro (al minuto 76).

Manganiello decreta la fine della contesa con il triplice fischio. E’ notte fonda per il Genoa, si complica la permanenza in Serie A, 3 punti distanziano i rossoblù dal Cagliari (sconfitto ieri dalla Juventus).

IL TABELLINO

Genoa-Lazio (1-4)

Reti: Marusic (L) -al minuto 31-, Immobile (L) -al minuto 45+1, 63, 76- autorete Patric (G) -al minuto 68-

UP and DOWN

Ciro immobile è sugli scudi. I giocatori del Genoa sono nel complesso insufficienti.

IL POST

Venerdì 15 aprile il Genoa incontrerà il Milan al Meazza (ore 21.00), la Lazio sarà impegnata sabato 16 aprile (ore 20.45) con il Torino allo stadio Olimpico di Roma.

-CLASSIFICA

Milan (67), Inter, Napoli (66), Juventus (62), Lazio (55), Roma (54), Atalanta (51), Fiorentina (50), Verona (45), Sassuolo (43), Torino (38), Bologna, Empoli (34), Udinese, Spezia (33), Sampdoria (29), Cagliari (25), Venezia, Genoa (22), Salernitana (16)

(*calendario non completo)

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Archivi

Categorie

di Tendenza