Connect with us logo La Voce del Trentino

Corsa

La squadra trentina vince il 21° Military Cross di Bellinzona

Pubblicato

il

Splendida vittoria in campo internazionale per la squadra Assoarma Ekofarma Trento (nella foto da sinistra don Franco Torresani, Armin Dalvai, Riccardo Baggia e Giorgio Martini), che sabato scorso si è classificata al primo posto assoluto al Military Cross di Bellinzona, in Svizzera.

La formazione composta tutta da atleti trentini e alto atesini si è battuta strenuamente in questa competizione particolare a staffetta biathlon, duathlon, raggiungendo con grande soddisfazione il gradino più alto del podio.

La gara si snodava su un percorso di quattro tratte nella fantastica cornice dei castelli della città di Bellinzona. La capitale del Ticino ha ospitato questa ventunesima edizione, richiamando 41 squadre non solo svizzere, ma anche estere provenienti da altri paesi europei come la Germania e l’Italia ed extraeuropei, quali il Marocco e la Mongolia.

La prima tratta ha portato il primo podista della formazione trentina, l’Assistente Capo Riccardo Baggia, dalla Piazza del Sole al Ponte della Torretta passando per il centro storico e il Castel Grande. In questa località è avvenuto il lancio del corpo di granata (un simulacro di gomma) su un bersaglio alla distanza di circa 15 metri, che purtroppo Baggia non è riuscito a centrare ma, data la sua velocità, ha tenuto testa agli avversari nonostante il giro di penalità.

Il testimone è passato quindi nelle mani dell’Assistente Scelto di Anterivo Armin Dalvai, che ha percorso a tempo di record in sella alla sua mountain bike un tracciato ad anello lungo gli argini del fiume Ticino per due volte per 14 chilometri complessivi.

È stata poi la volta del terzo frazionista, don Franco Torresani, in veste di Cappellano Militare, il quale ha effettuato un durissimo percorso che lo ha portato a passare attraverso i tre castelli di Bellinzona per arrivare al Sasso Corbaro.

L’ultimo frazionista, il Capitano di Fregata Giorgio Martini, dopo un tratto estremamente scosceso e pericoloso in presenza di rocce, è sceso in picchiata su un sentiero che alla fine prevedeva una salita con un dislivello di un centinaio di metri per poi ridiscendere sulla città ticinese.

Giunto al traguardo all’interno della Piazza del Sole, Martini ha effettuato i tiri con la carabina biathlon, totalizzando il punteggio di tre su cinque a causa del forte vento che ha disturbato tutta la gara e si è protratto per tutta la premiazione.

La cerimonia è avvenuta in Piazza del Sole e grande è stata l’emozione degli atleti italiani chiamati sul podio, alla presenza delle più alte autorità bellinzonesi e cantonali. Agli atleti azzurri sono stati attribuiti tutti gli onori con la consegna delle medaglie e di un trofeo in legno, raffigurante le mura e i tre castelli bellinzonesi.

La squadra Assoarma Ekofarma, oltre a risultare la prima assoluta e la prima delle categorie militari ed estere, ha anche totalizzato i migliori tempi di tratta, compreso anche il Comandante Martini che, ad oltre 60 anni, ha preceduto atleti poco più che diciottenni.

Gli intermezzi musicali sono stati curati della civica filarmonica della città di Bellinzona e in seguito, sempre sulla Piazza del Sole, c’è stato spazio per uno standing dinner che ha concluso con un tocco di saporita gastronomia questa competizione.

Una gara che ogni anno si va sempre più affermando in ambito internazionale, grazie anche all’infaticabile lavoro da parte del Primo Tenente Andrea Korell, che ha ricevuto il testimone dal Tenente Colonnello Stefano Brunetti dopo vent’anni di costante impegno.

L’appuntamento è dunque per la prossima edizione, in programma sempre a Bellinzona il 1° aprile 2023.

Tutto il team ha deciso di dedicare questa bella vittoria all’amico sportivo e grande runner Silvano Fedel, da poco scomparso a causa di un fatale incidente in allenamento.

Archivi

Categorie

di Tendenza