Connect with us logo La Voce del Trentino

La Sfera e lo Spillo

Il calcio a un passo dal collasso finanziario

Pubblicato

il

A settembre i dirigenti sportivi del pallone cullavano l’idea di riaprire al pubblico in maniera graduale gli stadi. Le cronache di questi giorni sull’emergenza sanitaria dettata dal Coronavirus fanno ripiombare il calcio nel “vuoto degli spalti”, limitando e azzerando i facili entusiasmi.

La serie A, per effetto del Covid-19, denuncia una perdita di 600 milioni di Euro. I club della massima serie, secondo alcune stime, avrebbero perso il 65% del gettito per i mancati incassi del botteghino e il 35% per gli introiti derivanti dalle sponsorizzazioni.

Nel periodo di lockdown il passivo complessivo si è aggirato intorno ai 200 milioni di Euro, cui si devono aggiungere la somma di 400 milioni di Euro stimati sino a dicembre 2020.

Dalla primavera scorsa i bilanci delle società calcistiche si sono appesantiti per la mancanza di cassa, alimentata principalmente dagli introiti degli abbonamenti, dai tickets delle partite e da una rata dei diritti tv mai versata dai canali a pagamento.

La situazione dal punto di vista finanziario risulta spinosa e complessa. Il 16 novembre è la deadline, data di scadenza, per saldare gli stipendi di settembre.

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, potrebbe proporre una nuova normativa, coinvolgendo società e tesserati, che autorizzerebbe, di fatto, la flessibilità nel pagamento dei compensi. Una sorta di salvagente che consentirebbe alle società, a corto di cash, di sventare la penalità, cioè i punti di penalizzazione inflitti in classifica nel caso di ritardi nelle scadenze degli impegni economici in precedenza concordati.

Lo sport e il calcio, in particolare, chiedono ristori economici al governo. A riguardo, Gravina ha scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e ai ministri competenti della Salute, dell’Economia e dello Sport.

Il Presidente della Serie A Paolo Dal Pino denuncia la mancanza di liquidità dei club prospettando una situazione insostenibile, un quadro plumbeo e fosco.  

Alle porte, per evitare il collasso finanziario e il profondo rosso del rendiconto, si pianifica l’ingresso dei fondi d’Investimento, l’offerta sul tappeto di CVC Capital Partners con l’obiettivo di realizzare una media company con la Serie A.

Il calcio a un passo dal collasso finanziario.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Archivi

Categorie

di Tendenza