Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

E’ morto Pierino Prati. L’ex calciatore di Roma e Milan aveva 73 anni

Pubblicato

il

Il calcio piange una grande stella degli anni ’60 e ’70. Pierino Prati divenne campione d’Europa con l’Italia nel 1968 e fu il primo giocatore a segnare una tripletta in una finale di Coppa dei Campioni (Milan-Ajax 4-1).

Pierino Prati è nato a Cinisello Balsamo, grosso centro alle porte di Milano, nel 1946. Ha iniziato a giocare a calcio nella squadra dell’oratorio, e visto il suo fisico non proprio prorompente era costretto a giocare in porta. Il suo talento e il suo fiuto per il gol convinsero tutti che fosse meglio in realtà che giocasse davanti.

Nel 1965 andò con suo zio a fare un provino per il Milan, e Nils Liedholm, al tempo responsabile del settore giovanile, lo prese subito.

Prima di entrare a far parte stabilmente della rosa del Milan venne mandato in prestito prima alla Salernitana e poi al Savona. Con la squadra campana segnò dieci gol e contribuì alla promozione in Serie A. Con la squadra ligure invece segnò altri 15 gol.

Il Milan decise quindi di inserirlo all’interno della rosa e alla prima stagione (1967-68) divenne capocannoniere della serie A con 15 gol. Aveva solo 22 anni.

In quell’anno il Milan vinse lo scudetto e la Coppa delle Coppe. Con i suoi gol si guadagnò la convocazione in nazionale per l’Europeo del 1968, che vinse ma non da protagonista, venendo considerato la riserva di Gigi Riva.

La stagione seguente trascinò il Milan alla vittoria della Coppa dei Campioni segnando tre gol in finale con l’Ajax. Con i rossoneri rimase fino alla stagione 1972-1973 e vinse inoltre una Coppa Intercontinentale, due Coppa Italia e un’altra Coppa delle Coppe.

Passato poi alla Roma non era più il Pierino Prati che si era visto a Milano. Il declino iniziò a farsi sempre più veloce: prima la Fiorentina, l’esperienza americana con i Rochester Lancer e poi il Savona.

Anche da allenatore Prati non riuscì a incidere. Rimase molto legato al Milan, che ha continuato a seguire e a commentare fino agli ultimi giorni di vita.

Archivi

Categorie

di Tendenza