Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

Una Rotaliana imbarazzante prende tre gol dalla Vipo e saluta la Coppa Italia

Pubblicato

il

Prestazione comica quella di oggi. La Rotaliana, forte del 2 a 0 dell’andata, si fa rimontare in casa di ben tre gol. I piccoli problemi emersi nella partita di Villazzano e probabilmente passati in secondo piano per la vittoria, sono riapparsi questo pomeriggio in maniera molto più marcata.

Quest’oggi sono stati in pochissimi a salvarsi dalla bocciatura. La difesa è riuscita a non prendere altri gol solamente grazie alle chiusure di Zentil.

Prestazione sufficiente anche per i due ragazzi provenienti dal Trento, Comai e Battisti, parecchio propositivi sul piano del gioco e talentuosi dal punto di vista tecnico. Ampiamente insufficienti Vian, Marinchel, Martinatti, Pancheri, Bergamo e Tommaso Moser.

Sui primi minuti giocati dalla squadra di casa è meglio sorvolare. Gli errori in impostazione si susseguono a raffica. Prima Marinchel, poi Biaggini e Vian, e poi Ermon.

Al terzo errore d’impostazione la Rotaliana ha rischiato di rimanere in dieci. Ermon sbaglia un passaggio a centrocampo e la Vipo riparte in contropiede.

Martinatti buca l’intervento e Orlando si presenta solo davanti al portiere. Vian esce in scivolata e lo centra in pieno. L’arbitro lo grazia e concede solo il cartellino giallo.

Fino al venticinquesimo la situazione non cambia. Marinchel buca l’intervento e la Vipo parte un’altra volta in contropiede. La Rotaliana si vede solo alla mezz’ora con un’azione personale di Battisti, che mette in mezzo e Bergamo di tacco non centra la porta. E’ soltanto un fulmine a ciel sereno.

Sul finire del primo tempo Marinchel sbaglia ancora e la Vipo attacca. Filippini mette in mezzo per Tessaro che calcia a botta sicura ma Zentil respinge con la mano. Calcio di rigore e Tessaro mette dentro 1-0.

Mister Libanoro arretra Ermon nella posizione di terzino e manda Marinchel, ormai in balia degli avversari, più avanti a ricoprire il ruolo di ala nel 4-4-2.

La Vipo finora non ha costruito nessun’azione volta a vincere la partita. Tutte le azioni da gol sono provenute da sbagli degli Rotaliana. Bergamo, benchè abbia forza fisica, ha perso quasi tutti i duelli fisici con la retroguardia ospite.

Inizia il secondo tempo e la situazione non cambia. La partita appare bloccata fino al ventesimo. In questo frangente ancora non si vedono errori della Rotaliana. Già è qualcosa di positivo.

Al venticinquesimo la difesa di casa non spazza il pallone, che finisce sui piedi di Omodei. Dal limite dell’area indirizza la palla sotto il sette. 2-0

La Rotaliana rischia seriamente di salutare la Coppa Italia, ma la situazione pare non preoccupare nessuno. Poco dopo Zentil scivola alla disperata su un tiro ravvicinato di Omodei e salva il risultato. La difesa regge solo grazie alle chiusure di Zentil.

Il duo d’attacco Moser-Bergamo pare abbandonato a sé stesso: in tutta la partita non si sono mai visti. La Rotaliana tenta di salvare il salvabile cercando di mantenere almeno il risultato, ma non è bastato.

Allo scadere del secondo tempo il terzino della Vipo Nardelli si inventa un pallonetto da fuori area che scavalca il portiere e fa 3 a 0. Vian, colpevolmente fuori dai pali, non riesce a ritornare in tempo in porta e osserva la palla finire in rete.

I giocatori della Vipo, per niente eccelsi dal punto di vista del gioco, hanno trovato la strada spianata dai padroni di casa. La Rotaliana ha gettato al vento tutto quello che aveva costruito all’andata.

I problemi sono parecchi: mancanza di una punta che metta dentro i palloni, mancanza di impostazione, distanza fra i reparti, errori individuali. La speranza è che mister Libanoro riesca a sistemare tutte le lacune, altrimenti anche la permanenza in Eccellenza non è più così scontata.

ROTALIANA (4-4-2): Vian, Marinchel (40°st Medi Biayi), Biaggini, Zenti, Martinatti, Ermon, Pancheri, Comai, Battisti, Bergamo (16°st Moser L.), Moser T. All: Libanoro
VIPO (4-3-3): Zanella, Nardelli, Massignan, Agosti, Golob, Zanor, Marchi (28°st Scremin), Omodei, Filippini (18°st Osti), Tessaro (45°st Giacomoni), Orlando. All: Girardi
Reti: 45°pt Tessaro (V), 24°st Omodei (V), 45°st Nardelli (V)
Ammoniti: Zentil (R), Vian (R), Golob (V)

Archivi

Categorie

di Tendenza