Connect with us logo La Voce del Trentino

Basket

La Dolomiti Energia Trentino domenica affronta Varese. Lockett: «Sarà decisiva la nostra difesa di squadra»

Pubblicato

il

L’esterno bianconero presenta assieme a coach Molin la sfida che vede l’Aquila Basket fronteggiare una delle squadre più in forma del campionato, la lanciatissima Openjobmetis. 

TRENT LOCKETT (Guardia/Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Domenica contro Varese ci aspetta una partita importante e difficile, per questo molto stimolante: giochiamo contro una squadra che ha tante armi nel proprio attacco, che sta attraversando un buon momento di forma e che sul campo possono farti male da tutte le posizioni, amando attaccare nei primi secondi dell’azione.

Da parte nostra sarà fondamentale giocare con energia, stare insieme e uniti, difendere di squadra: sono questi gli ingredienti che ci hanno permesso di vincere la partita contro Varese all’andata, in casa loro, ed è quello che vogliamo replicare domenica sul nostro campo. Non possiamo sempre controllare se un tiro entri o esca, ma abbiamo pieno controllo di energia, difesa, comunicazione, focus: su questi aspetti dovremo fare il massimo, e sono convinto che con questi presupposti possiamo competere ad alto livello contro tutti.

Per ora la nostra è stata una stagione di alti e bassi, ma è così per tutte le squadre: la società ha fatto un grande lavoro nel costruire in estate un gruppo di giocatori di talento, ma soprattutto di uomini con la personalità e il carattere per farci compattare come collettivo di fronte alle difficoltà. Lavoriamo insieme, nessuno cerca la sua strada ma remiamo tutti nella stessa direzione, vogliamo dimostrare sul campo il nostro vero valore, cosa che nelle ultime sfide interne non ci è sempre riuscito».

EMANUELE MOLIN (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Stiamo attraversando un momento di flessione della squadra, ma le sconfitte non sono un insuccesso: la nostra situazione va contestualizzata. E’ difficile mantenere costanti per 10 mesi di stagione le proprie prestazioni, dobbiamo vivere il momento con grande consapevolezza di noi stessi, delle nostre forze e dei nostri limiti. La testa ci deve guidare nel mantenere la barra dritta: c’è frustrazione dentro la squadra non perché abbiamo perso, ma per il modo in cui ci siamo espressi, perché non abbiamo dato l’immagine di noi che ci rappresenta. Lavoriamo giorno dopo giorno per recuperare brillantezza, domenica contro Varese entreremo in campo determinati a tirare fuori il massimo».

Archivi

Categorie

di Tendenza