Connect with us logo La Voce del Trentino

La Sfera e lo Spillo

Kean stende Mou e la Juve torna in corsa

Pubblicato

il

Conclusa la pausa per le Nazionali torna in campo la Serie A. Il posticipo dell’ottava giornata si gioca allo Stadium di Torino.

Domenica 17 ottobre ore 20.45 s’incontrano Juventus e Roma.

Pubblicità
Pubblicità

I bianconeri di Massimiliano Allegri cercheranno di fare il “bottino pieno” per recuperare i punti in classifica gettati al vento all’inizio di stagione.

-LA DISTINTA

Ecco le formazioni ufficiali:

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Cuadrado, Bentancur, Locatelli, Bernardeschi; Chiesa, Kean (Allenatore Massimiliano Allegri)

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Vina; Cristante, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham (Allenatore José Mourinho)

L’ARBITRO

A dirigere il match è Daniele Orsato. Gli assistenti sono Bindoni e Bresmes, quarto uomo Colombo, al VAR Nasca, assistente VAR Costanzo.

-IN DIRETTA

La partita è trasmessa in diretta ed esclusiva da DAZN, la telecronaca di Stefano Borghi e il commento tecnico affidato a Francesco Guidolin.

SPUNTI DI CRONACA

La Roma comincia senza timori reverenziali. E’ buona la velocità del fraseggio degli ospiti che occupano la zona nevralgica del green con personalità e determinazione.

Zaniolo appare in spolvero, si muove tra le linee, sostenuto con continuità dalla mediana.

Dopo 15 minuti, l’azione della Juve è avvolgente. Il filtrante è di Cuadrado, De Sciglio la mette nel mezzo, Bentancur colpisce di testa e la deviazione vincente sotto misura è di Moise Kean.

José Mourinho perde una pedina fondamentale dello scacchiere. Zaniolo lascia il terreno di gioco per infortunio (problema muscolare) sostituito da Stephan El Shaarawy.

In cabina di regia Locatelli, puntellato da Bentancur, fa giostrare in ampiezza la Vecchia Signora. Il gioco è piacevole e frizzante.

Sul finire del primo tempo Orsato decreta il calcio di rigore per gli ospiti (azione controllata al VAR). Szczesny ipnotizza Veretout e sventa la minaccia.

Al riposo dopo la ricreazione e il tè caldo la partita segue il canovaccio della prima frazione.

I padroni di casa gestiscono il vantaggio con saggezza, la difesa si allinea a 3 nelle fasi di ripiegamento sfruttando i movimenti perimetrali a pendolo con Cuadrado e De Sciglio.

La contesa rimane in bilico, Kean sfiora il raddoppio dopo una rovesciata acrobatica di Bernardeschi, poi sull’altro fronte Veretout sfiora il palo e Vina semina il panico nel cuore della difesa juventina.

Entrano Morata, Kulusevski, Arthur e Alex Sandro al posto di Kean, Chiesa, Bernardeschi e De Sciglio (buona la prestazione del difensore). Allegri ridisegna il centrocampo collocando il brasiliano Arthur sulla corsia mancina mantenendo Locatelli nella posizione di playmaker basso.

Veretout lascia il posto a Shomourodov e la Roma esercita il pressing finale.

Tre minuti di recupero e il triplice fischio di Orsato sancisce la vittoria (quarta consecutiva) della truppa del conte Max.

-IL TABELLINO

Juventus-Roma (1-0)

Reti: Moise Kean (J) -al minuto 16-

-CLASSIFICA

Napoli (24), Milan (22), Inter (17), Roma (15), Lazio, Atalanta, Juventus (14), Fiorentina, Bologna (12), Udinese, Empoli (9), Torino, Verona, Sassuolo (8), Spezia (7), Sampdoria, Genoa, Cagliari (6), Venezia (5), Salernitana (4)

(*) Venezia e Fiorentina una partita in meno

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Archivi

Categorie

di Tendenza