Connect with us logo La Voce del Trentino

La Sfera e lo Spillo

Il Milan espugna Empoli, la Roma supera l’Inter, il Napoli doma il Toro

Pubblicato

il

Il Milan comanda il gioco nella trasferta toscana. A Empoli i rossoneri sfoderano la prestazione gagliarda e corsara per trenta minuti.

Nel posticipo del sabato sera i Campioni d’Italia in carica impongono il ritmo e il gioco. Rafael Leao al rientro dopo la squalifica spinge i compagni con la consueta velocità. Il portoghese guida a sprazzi l’arrembaggio alla porta di Guglielmo Vicario.

Pubblicità
Pubblicità

Gli ospiti sfiorano ripetutamente la rete con Giroud, Saelemaekers e Leao. Nel corso della prima frazione di gioco Stefano Pioli sostituisce (causa infortunio) Saelemaekers e Calabria (risentimento muscolare) e il mood del match si complica.

L’empolese Grassi abbandona il green (problema al costato). Nella ripresa Marin (subentrato a Grassi) calcia dal limite, la sfera esce di poco dal sacco difeso da Tatarusanu.

I padroni di casa alzano il baricentro e organizzano le scorribande offensive ispirate da Pjaca. Sul ribaltamento di fronte il francese Giroud coglie la traversa su punizione.

Con il passare dei minuti la truppa di Paolo Zanetti trova le misure e limita i pericoli difensivi. In difesa il Milan perde i pezzi; anche Simon Kjaer lascia i compagni per un problema muscolare.

Rafael Leao, nel finale, inventa e Ante Rebic insacca alle spalle di Vicario. A tempo scaduto, nei minuti di recupero Nedim Bajrami segna su calcio di punizione.

All’ultimo respiro è Fodè Ballo-Toure che infila la difesa empolese. Il Milan la chiude con Rafael Leao che semina il pacchetto arretrato toscano e deposita il pallone nella porta di Vicario. L’arbitro Aureliano decreta la fine delle ostilità, Empoli-Milan (1-3).  

Nel tardo pomeriggio la Lupa di José Mourinho sbanca il Giuseppe Meazza di Milano. I giallorossi vincono in rimonta (1-2) contro i nerazzurri di Simone Inzaghi. La sconfitta dei Bauscia alimenta le polemiche e la panca del tecnico piacentino comincia a scricchiolare.

Paulo Dybala e Chris Smalling segnano e regalano 3 punti d’oro ai capitolini; vano è il vantaggio iniziale dell’interista Federico Dimarco.

La band di Luciano Spalletti piega il Torino (3-1) e puntella il primato in classifica (a quota 20 punti), in attesa del match dell’Atalanta contro la Viola.

Anguissa sale in cattedra al San Paolo imbracciando la doppietta. I Partenopei continuano la marcia e colgono la sesta vittoria. Per gli amanti delle statistiche dopo 8 gare gli azzurri sono ancora imbattuti, 18 sono le reti realizzate e 6 quelle subite.

-RISULTATI di oggi

Napoli-Torino (3-1)

Inter-Roma (1-2)

Il Milan espugna Empoli, la Roma supera l’Inter, il Napoli doma il Toro.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Archivi

Categorie

di Tendenza