Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

Un altro pareggio per il Trento che viene raggiunto al primo posto dal Mestre

Pubblicato

il

Il Trento è al quinto risultato utile consecutivo e conserva ancora il primato in classifica. Per essere una neopromossa sono dei risultati parecchio soddisfacenti. In casa del Belluno la partita è terminata uno a uno.

La squadra ospite parte subito in campo con l’obiettivo di vincere la partita. Dopo pochi minuti Salviato centra il palo da un colpo di testa di Gatto. Il portiere era ormai battuto. Sulla respinta si avventa Bran, ma la difesa mura il suo tentativo.

Il Trento domina sul piano del gioco. Pochi minuti più tardi Aliu lancia Caporali in campo aperto, che solo davanti al portiere Dan appoggia a Pietribiasi. La punta deve solo spingere il pallone in porta. 1-0.

La partita pareva essersi messa in discesa. Il dominio del Trento era pressochè totale. Inaspettatamente però al ventesimo una punizione del bellunese Corbanese indirizza il pallone sotto il sette. E’ 1-1

Il primo tempo si chiude con la beffa. Il Trento avrebbe dovuto sfruttare alcune ripartenze in più. Benchè la squadra ospite avesse il pallino del gioco, nel secondo tempo sono stati costretti a rifare tutto da capo.

L’inizio del secondo tempo si apre con il Belluno che vuole a tutti i costi la vittoria. Dopo circa dieci minuti dall’inizio della ripresa il portiere Cazzaro subisce fortuitamente un colpo al collo da un suo compagno e si accascia a terra.

E’ stato trasportato di corsa all’ospedale di Belluno per accertamenti. Si è trattato di un trauma cranico. In serata è stato per fortuna già dimesso.

Al suo posto è entrato il giovane portiere classe ’02 Mattia Ronco. Il giovane è arrivato quest’estate in prestito dal Pordenone. Si mette subito in mostra con una parata a mano aperta sull’attaccante di casa Posocco.

Il Trento ha altre due occasioni per portarsi in vantaggio ma complice da un lato la sfortuna e dall’altra la mancanza di cinismo non si è concretizzato nulla.

Pietribiasi viene contrastato al momento del colpo di testa e il tiro di Osuji viene poi stoppato da due difensori. Non succede più nulla e la partita volge al termine sul risultato di 1 a 1.

Il Trento torna a casa con parecchi rimpianti ma con la consapevolezza che finora con le prime cinque squadre che ha incontrato potevano arrivare cinque vittorie. Da segnalare anche l’esordio del giovane terzino sinistro Contessa proveniente dal Padova.

BELLUNO (4-2-3-1): Dan; Gjoshi, Sommacal, Petdji, Mosca (38’pt Salvadego); Chiesa, Quarzago; Posocco (45’st Fiabane), Masoch, Cescon (38’st Spencer); Corbanese. Allenatore: Renato Lauria.
AC TRENTO 1921 (4-3-1-2): Cazzaro (9’st Ronco); Bran (13’st Affolati), Salviato, Dionisi, Tinazzi (40’st Contessa); Pilastro (19’st Comper), Gatto, Osuji; Caporali, Aliù, Pietribiasi (19’st Belcastro) Allenatore: Carmine Parlato.
ARBITRO: Tomasi di Lecce (Forgione e Monfregoia di Gradisca d’Isonzo).
RETI: 9’pt Pietribiasi (T), 24’pt Corbanese (B).
AMMONITI: Spencer (B), Quarzago (B), Tinazzi (T), Bran (T), Affolati (T), Dionisi (T), Gatto (T), Osuji (T).

Archivi

Categorie

di Tendenza