Connect with us logo La Voce del Trentino

Rugby

Nascono le Dolomitiche, progetto di sviluppo del rugby femminile

Pubblicato

il

C’è una squadra in più nel panorama rugbistico trentino. Si tratta delle Dolomitiche, franchigia regionale nata dall’unione delle rugbiste tesserate per le società delle province di Trento e Bolzano sotto il patrocinio delle rispettive Delegazioni Provinciali.

Domenica scorsa 30 ottobre hanno fatto il loro esordio nella Coppa Italia a 7 a Villorba, ed è un progetto che ha obiettivi ben chiari a lungo termine: “Tutto è iniziato nella primavera scorsa – spiega il delegato provinciale della Fir trentina Fabio Pavanelli – con la promessa di avviare in questa stagione un progetto che riguardasse il settore femminile. C’è stato il coinvolgimento di entrambe le delegazioni, poi anche dei tecnici Mauro Tollardo e Fabio Terazzi (in passato allenatori del Trento femminile, ndr), che hanno dato la loro disponibilità iniziale al progetto.

Pubblicità
Pubblicità

Passata l’estate si sono adoperate in prima persona le ragazze, in particolare quelle del Trento e dell’Oltrefersina, per concretizzare il progetto votato allo sviluppo del rugby femminile. L’auspicio è che nelle prossime stagioni si aggreghino nuove giocatrici, provenienti dalle altre realtà che al momento hanno atlete del settore giovanile. Mauro Tollardo proseguirà il suo percorso coadiuvando direttamente i due Delegati Provinciali”.

L’allenatore è Omar Lai, giocatore dell’Oltrefersina con alle spalle l’esperienza nel settore giovanile, mentre la parte amministrativa/gestionale è ricoperta da Sabrina Molinari. “Partito formalmente il progetto – prosegue Pavanelli – serviva una società che prendesse in carico le giocatrici dal punto di vista del tesseramento e di tutto il resto della gestione. Per questa stagione sportiva, tale compito sarà svolto dalla società valsuganotta, ma questo incarico potrebbe essere ricoperto da altre società in futuro”.

Nell’accordo è entrato il comitato del Sudtirolo, anche se le giocatrici altoatesine formano al momento una squadra bolzanina. “Le ragazze della delegazione Alto Adige si sono dimostrate pronte ed entusiaste nel sostenere questo progetto. Pur avendo iscritto al campionato una squadra propria, almeno una volta alla settimana svolgono un allenamento assieme alle rugbiste trentine”.

Gli allenamenti si svolgono tra Trento e Pergine e coinvolgono circa 15 ragazze trentine più altre provenienti da Bolzano. I numeri non consentono per ora di disputare un torneo a 15, ma la Federazione riconosce la possibilità di partecipare ai raggruppamenti della Coppa Italia a 7: “Per ora il progetto è iniziato con la categoria seniores, ma uno dei nostri obiettivi è quello di riuscire a comporre anche una franchigia territoriale che possa rivolgersi alle categorie under 17 e under 15. Per ora pensiamo a cementare un gruppo e il settore, poi passare alle giovani”.

L’auspicio è che nelle prossime stagioni si riesca a iscrivere una compagine nei tornei federali a 15: “Già negli anni passati si era provato a fare un progetto del genere – conclude Pavanelli – ma poi ci siamo accorti che, senza un punto di riferimento, le ragazze terminate le scuole secondarie escono dalla regione, magari chiamate anche da altre realtà più blasonate.

In questo modo è molto difficile pensare di avere una squadra che possa partecipare con continuità ai campionati. Il nostro progetto va esattamente nella direzione di poter dare alle ragazze un punto di riferimento e un progetto stabile che possa coinvolgerle a lungo. Abbiamo iniziato con la Coppa Italia a 7 ma l’obiettivo è di avere una squadra femminile che possa giocare nei campionati a 15″.

Archivi

Categorie

di Tendenza