Connect with us logo La Voce del Trentino

News

Il Trento al Briamasco cerca il sorpasso

Pubblicato

il

Sarà il Briamasco il teatro del recupero della nona giornata del girone C di Serie D che vedrà la squadra di Mister Parlato alle prese con i bellunesi del San Giorgio Sedico.

La partita si sarebbe dovuta giocare domenica 13 ma è stata posticipata a mercoledì 16 dicembre.

I gialloblù scenderanno in campo quindi alle ore 14.30 allo Stadio Briamasco in una giornata particolarmente importante ai fini della classifica. Grazie infatti alle sorprendenti sconfitte delle due dirette concorrenti del Trento – il Delta Porto Tolle e il Mestre- la società di via San Severino ha l’occasione per tornare in vetta alla classifica e, questa volta, in solitaria.

Nel pomeriggio di domenica, infatti, il Delta Porto Tolle, al ritorno in campo dopo oltre un mese e mezzo, è crollato a sorpresa in casa contro la Manzanese, che si è imposta con un sontuoso 4 a 0, mentre il Mestre, che aveva battuto proprio qualche settimana fa il Trento per 3 a 2, è stata sconfitta dal Belluno di misura per 1-0.

Nonostante quindi il rinvio della partita, si può dire sia stata una domenica positiva per i gialloblù che adesso hanno la ghiottissima occasione di superare il Delta Porto Tolle e di allungare innanzitutto sul Mestre, ma anche sul Belluno e il Muzane, che si sono accodate proprio ai veneziani e sono ora a 15 punti, due soli in meno del Trento.

In caso di vittoria contro il San Giorgio Sedico, il Trento balzerebbe a quota 20 in classifica, mettendo così due punti tra sé e il Delta Porto Tolle e allungherebbe a +3 invece dal Mestre.

La partita di domani sarà appunto contro i bellunesi del San Giorgio Sedico, che arriva alla partita con i ragazzi di Parlato non certo con i favori del pronostico. La squadra veneta dell’ex Dario Sottovia (capocannoniere della squadra a quota 5 gol), viene infatti da un inizio di stagione tutt’altro che semplice, dove ha collezionato 1 sola vittoria, 2 pareggi e ben 5 sconfitte.
Nel mezzo, inoltre, c’è stata anche un cambio alla guida tecnica, con i bellunesi che han sostituito Alessandro Ferro con Luca Tiozzo che, però, ha di fatto avuto la possibilità di allenare la squadra per una sola partita, quella pareggiata contro l’Este per 2-2 il 1 novembre, prima dello stop dovuto all’emergenza Covid. Quella infatti è stata l’ultima partita ufficiale del San Giorgio, che quindi arriverà domani al Briamasco per giocarsi la prima gara ufficiale dopo oltre un mese.

Il Trento, dal canto suo, è sicuramente più in forma campionato, avendo già giocato -sempre dopo la sosta forzata- due partite di campionato: la sconfitta in terra veneziana contro il Mestre per 3 a 2 e la vittoria di mercoledì scorso per 2-0 contro l’Unione Feltre. L’umore quindi in casa gialloblù è sicuramente migliore così come la condizione fisica, ma resta l’incognita di una squadra che, con il nuovo allenatore, non ha praticamente mai giocato.

Partita che non sarà comunque da sottovalutare per i ragazzi di Parlato a cui di certo non mancheranno le motivazioni. La posta in palio è alta, la vetta della classifica è lì e il Trento dovrà provare in tutti i modi ad afferrarla.

Il 2020 del Trento, poi, salvo rinvii o sospensioni varie, si concluderà prima il 20 dicembre sul campo della Luparense e, tre giorni dopo il Trento sarà di scena nuovamente al Briamasco contro il Montebelluna prima della sosta natalizia che vedrà il campionato di Serie D ripartire il 6 gennaio.

Archivi

Categorie

di Tendenza