Connect with us logo La Voce del Trentino

News

Dolomiti Energia Trentino: domani sera al Taliercio il sesto turno di Eurosport Supercoppa 2020

Pubblicato

il

In un momento della stagione in cui il focus è tutto sulla crescita e i miglioramenti della squadra passo dopo passo e giorno dopo giorno, non può che aver fatto piacere a coach Brienza e il suo staff (oltre che a tutti i tifosi bianconeri) l’immediata reazione dei bianconeri. Tre giorni dopo il -24 di Treviso infatti la Dolomiti Energia Trentino ha confezionato 40′ di intensità e concentrazione che hanno prodotto un bel 79-61 contro Trieste. 

Un risultato importante, ma una prestazione collettiva ancora più confortante per atteggiamento e anche per qualità di gioco sui due lati del campo: il debutto stagionale di Kelvin Martin ha fatto subito capire che l’ala ex Brindisi può essere una pedina davvero fondamentale per alzare il livello di fisicità della partita, le scorribande del “solito” Gary Browne stanno ormai facendo innamorare tifosi e appassionati. 

Ma anche questa volta l’Aquila ha fatto capire che quando tutti gli ingranaggi e i singoli giocatori in campo funzionano, la macchina ha tanti cavalli nel motore e può davvero viaggiare ad alte velocità: il tutto aspettando ancora Luke Maye (sempre alle prese con un problema al piede) e Luca Conti, in ripresa dal forte colpo alla spalla rimediato nel primo turno contro Trieste.

La situazione in classifica ora vede Venezia e Trieste con 3 vittorie e 2 sconfitte, Trento e Treviso con 2 vittorie e 3 sconfitte: l’unico caso che vedrebbe l’Aquila Basket avere speranze di qualificazione sarebbe un clamoroso e appassionante arrivo di tutte e quattro le squadre a pari punti al termine del turno in programma lunedì sera. 

Non basterebbe però un semplice successo dei bianconeri al Taliercio, in contemporanea con un successo di Treviso contro Trieste, per far qualificare Browne e compagni alle Final Four di Eurosport Supercoppa: a quel punto, per avere la meglio contro le altre avversarie nel quoziente punti (il rapporto fra punti segnati e subiti negli scontri diretti) i bianconeri hanno bisogno di vincere di almeno 14 punti il match di lunedì sera al Taliercio, e contemporaneamente sperare in un successo, sì, di Treviso, ma con uno scarto inferiore rispetto a quello fra Trento e Venezia.

Con il match di domani sera, lunedì 14 settembre, l’Aquila avrà affrontato Venezia 28 volte da quando Trento è stata promossa in Serie A: la Reyer così diventa l’avversaria con più precedenti ufficiali nella giovane storia di Trento, che ha giocato 27 volte contro Milano e 19 volte contro Sassari. 

La sconfitta di Treviso un paio di giorni fa ha complicato ma non compromesso la corsa degli orogranata alla qualificazione per le Final Four di Supercoppa: anzi, la squadra di De Raffaele è l’unica delle quattro ancora in corsa per la vittoria del girone ad avere completamente nelle sue mani il proprio destino. Un successo contro Trento proietterebbe infatti Austin Daye e compagni a Bologna senza dover dipendere da altri risultati. 

Scorrendo l’interminabile roster della Reyer, uno dei giocatori più in forma sembra essere Mitchell Watt: 41 punti complessivi nelle ultime due partite per il lungo USA. Il match winner nell’andata contro Trento fu invece Austin Daye, autore di 17 punti e dei canestri della vittoria nel 73-77 alla BLM Group Arena lo scorso 2 settembre.  

Pubblicità

Archivi

Categorie

di Tendenza