Connect with us logo La Voce del Trentino

Baseball

Baseball, il Trento presenta le sue squadre

Pubblicato

il

È stata una grande festa, quella di sabato 5 marzo al Grand Hotel Trento. È stata una grande festa per il Trento Baseball che ha festeggiato i suoi primi cinque anni di vita. Cinque anni – come ha sottolineato la presidente Elisabetta Zanin nel suo intervento – nei quali l’associazione è cresciuta molto, avvicinando al gioco del baseball parecchi giovani.

Si perché la società trentina, “I lupi” del Trento Baseball, fin dalla loro nascita hanno puntato molto sulle squadre giovanili, sull’azione di avvicinamento dei giovani verso una disciplina sportiva che – è stato ricordato durante tutta la serata – da sempre punta verso l’inclusione. E la serata è iniziata ricordando l’epica “battaglia” di Jackie Robinson nel 1947, primo giocatore nero entrato nella major league americana, battaglia trasformata in un bellissimo film di Harrison Ford dal titolo “42” e che sottolinea come lo sport possa andare sopra ogni tipo di discriminazione.

Pubblicità
Pubblicità

Il baseball lo fa da sempre, anche con il terzo tempo che vede alla fine di ogni partita i rivali in campo accompagnarsi per dei momenti conviviali. Tre le formazioni del Trento Baseball che scenderanno sul diamante nella stagione oramai alle porte: Under 12, Under 14 e Serie C.

La Under 12 vedrà sul campo Emma Lacchin (classe 2010), Giulio Lucchi, Mattia Stefenelli, Maximilian Nardon e Federico Lin (classe 2011), Nicholas Lombardo, Riccardo Bagozzi e Davide Nesi (classe 2012), Francesco Salvadori (classe 2013), Gianluca Zortea, Emilio Tonini e Giulio Lacchin (classe 2014).

La Under 14 vedrà invece impegnati Marco Mulas, Matteo Dal Pozzo, Emilio Peterlana, Tolomeo Cinquemani, Federico Di Stefano (classe 2008), Elia Stefenelli Martin Cortelletti, Michele Sala, Samuel Pegoretti (classe 2009), Mattia Corradini, Emanuele Molin, Daniele Rosà, Matteo De Pellegrini (classe 2010).

La prima squadra, quella della Serie C, conterà su una rosa di atleti molto giovani: Federico Frachesen (classe 1991), Alberto Dal Lago (classe 2000), Francesco Merler (classe 2001), Luca Bordoni (classe 2002) Christian Bert, Ankush Villotti, Lorenzo Aquilano, Alessandro Ferrari (classe 2004), Leonardo Gianotti, Giacomo Segalla, Stefano Paissan (classe 2005), Martino Merler, Andrea Giudice Gomez Moncada, Arturo Tonini (classe 2006), Alexander Nardon, Luca Tarter, Filippo Lacchin (classe 2007).

Nuovo anche il tecnico, che arriva da un periodo al Crazy Verona, dove fra l’altro è riuscito in alcuni anni ad accompagnare i giovani della under 14 lungo un percorso che li ha visti approdare, quest’anno, alla serie B. Il cubano Ernesto Del Rio Carceller ha scelto Trento, come ha sottolineato, perché gli piacciono le sfide. Perché gli piace costruire e portare il suo contributo nel percorso sportivo di un sodalizio. E lo fa dall’alto del suo palmares impressionante, che conta fra l’altro la vittoria nei campionati del mondo con l’under 14 e con l’under 18 di Cuba.

Pubblicità
Pubblicità

Il Sindaco di Trento, Franco Ianeselli, ha sottolineato come Trento Baseball, che sulla maglietta riporta in bella evidenza il nome della città, abbia il compito di esportare, in questo difficile momento, i valori di accoglienza e di laboriosità tipici del popolo trentino.

Un doveroso ringraziamento infine è andato agli sponsor che contribuiscono a garantire l’attività sportiva di Trento Baseball. Grazie dunque a:

Ristorante Welcome India, Ristorante Aroma, Al Regalin, Ristorante Cacio e Pepe, Pamitron, Ski Center, Hard’s parrucchieri, Cassa Rurale di Trento, Grafiche Dalpiaz, Grand Hotel Trento e Plus +.

Archivi

Categorie

di Tendenza