Connect with us logo La Voce del Trentino

Tennis

Alessandro Fronza a un passo dallo scudetto under 11

Pubblicato

il

Era già salito sabato sul tetto d’Italia in doppio Alessandro Fronza, si è fermato appena un gradino più sotto in singolo. Alla fine è rimasta solo un punta di rammarico perché il giovanissimo talento del Circolo Tennis Levico, si è torto comunque la gran bella soddisfazione di atterrare in finale anche nella gara individuale dei campionati nazionali riservati agli under 11, giocati sui campi del Tato Tennis Team di Roma.

Il valsuganotto ha dovuto inchinarsi solo al principale favorito della prova, Edoardo Ghiselli, bolognese di Ozzano, che ha prevalso dopo quasi due ore di lotta per 7-5 6-2. I due protagonisti dell’atto conclusivo hanno condotto un percorso invidiabile, in quello che per entrambi era il primo campionato nazionale della carriera. In semifinale Ghiselli si era imposto sul perugino Valentino Grasselli, mentre nella parte bassa del tabellone il piccolo atleta di Caldonazzo aveva superato il compagno di doppio, l’emiliano Axel Cremonini.

Pubblicità
Pubblicità

L’inizio della finale è stato posticipato di due ore a causa della pioggia, ma una volta spuntato il sole il campo si è presentato in condizioni perfette. Dopo aver avvertito un po’ di tensione nei game iniziali, i due finalisti hanno espresso il loro miglior tennis. Fronza ha tenuto botta per tutto il primo set, ribattendo colpo su colpo, con coraggio e temperamento. Sul 3-4 in favore del nostro, Ghiselli ha usufruito di un medical time-out ed al rientro è stato in grado di rilanciare il suo match. Già sul 5-4 aveva avuto a disposizione due set point, ma solamente nel dodicesimo gioco è riuscito a fare sua la frazione.

Il 6-2 del secondo set è invece maturato meno agevolmente di quanto il tabellino faccia intuire. Dopo un 2-0 in avvio infatti Ghiselli è stato agganciato sul 2-2 e nel quinto gioco ha annullato più palle del possibile 2-3 prima di lanciare il parziale di 4-0 che lo ha condotto al titolo. Finale agrodolce insomma, ma non si può rimproverare nulla al ragazzino valsuganotto, che è arrivato in fondo al torneo giocando su livelli altissimi, mostrando una varietà di colpi impressionante, grande proprietà di palleggio e una personalità a tratti disarmante. Almeno per i suoi avversari.

Fronza può sorridere, ha comunque legittimato i progressi costanti compiuti sul piano della tenuta e della qualità tecnica ed ha lasciato la capitale con uno scudetto in tasca, quello vinto in doppio, con il sassolese Axel Cremonini. In finale i due hanno superato Bruno Condorelli ed Edoardo Ghiselli per 6-2 6-2. Ora il ragazzino del Circolo del presidente Carlo Pederzolli è atteso da un’altra vetrina più che mai stimolante: il Master Internazionale 2022 Kinder Joy Of Moving, che si svolgerà sui campi della Rafa Nadal Academy a Palma di Maiorca.

Pubblicità
Pubblicità

Archivi

Categorie

di Tendenza