Connect with us logo La Voce del Trentino

Vela & Nautica

Vela giovanile – Seconda giornata da incorniciare sull’Alto Garda per il Trofeo Torboli Optimist

Pubblicato

il


Buon esordio del Trofeo Torboli della Classe Optimist, organizzato a Riva del Garda dalla Fraglia Vela Riva e in programma fino a domenica 11 ottobre, con condizioni di vento leggero, che ha comunque permesso la conclusione di due regate per tutte e due le categorie juniores (11-15 anni) e pre-agonisti (9-10 anni).

La flotta di 215 juniores è stata suddivisa in tre batterie, mentre i cadetti sono stati raggruppati in un singola partenza. Giornata particolarmente adatta ai più leggerini e a chi abituato alle “ariette”: dopo la prima giornata Italia in testa con Alberto Avanzini (CN Bardolino), che con 1-2 precedete di un punto il tailandese Bhanubandh (3-1).

Forte la presenza ukraina, che dopo il primo giorno piazza in terza e quarta posizione rispettivamente Alina Shapovalova – prima femmina – e Sviatoloslav Madonich, primo nella prima prova.

Partito bene il portacolori della Fraglia Vela Riva Mosè Bellomi, che dopo un primo ha realizzato un settimo, portandolo al quinto posto provvisorio. Primo parziale anche per il campionissimo di casa Alex Demurtas, ma il calo di vento nella seconda prova l’ha un po’ penalizzato facendolo chiudere dodicesimo e attualmente è nono assoluto.

Anche nella categoria dei più piccoli pre-agonisti le prime posizioni in classifica sono decisamente internazionali: in testa lo svizzero Edward Hirsh, un habituè del lago di Garda, che con due secondi parziali è primo davanti ad Artur Brighenti (CN Brenzone).

Prima femmina e terza assoluta l’ukraina Lubianska. Da segnalare il primo posto nella seconda regata di Mattia Benamati (FV Malcesine). Sabato, secondo giorno di regate, partenza prevista alle ore 8:30 considerato che in questa stagione il consueto vento da sud che arriva il primo pomeriggio, essendo termico, soffia per un tempo piuttosto ridotto.

DAY 2 3rd Autumn Meeting Trofeo Ezio Torboli
Seconda giornata splendida a Riva del Garda al Trofeo Torboli della Classe Optimist: vento da nord sui 15 nodi e tre regate perfette per i 300 regatanti, provenienti da 8 nazioni
Tra gli juniores conferma dell’Ukraina, che occupa le prime due posizioni; terza la Thailandia; il rivano Mosè Bellomi tiene bene ed è quinto
Tra i più giovani cadetti passa in testa Artur Brighenti


Il lago di Garda ha regalato una seconda giornata di regate al trofeo Torboli riservato alla classe Optimist davvero spettacolare: sole, cielo terso e vento da nord sui 15 nodi hanno garantito tre regate da ricordare.

Alla Fraglia Vela Riva doveva ancora sorgere il sole quando alle 7:30 hanno iniziato a portarsi sul campo di regata sia i regatanti, che i coach e il Comitato di Regata e Giuria FIV: la prima partenza è stata data verso le 8:30 e per tutta la mattinata il vento ha tenuto, permettendo di chiudere il programma di giornata in velocità e regolarità.

Le boe elettriche ad ancoraggio GPS hanno garantito di mantenere il campo di regata secondo le disposizioni, che man mano fornivano gli ufficiali di regata, a seconda delle variazioni del vento.  Le condizioni del vento mutate rispetto al primo giorno, sia di direzione opposta che di intensità (dai 5-6 nodi ai 15 e più) in realtà non ha dato grandi scossoni alla classifica provvisoria del primo giorno.

Nella categoria juniores infatti si sono portati in prima e seconda posizione gli ukraini Alina Shapovalova, prima assoluta e prima femmina, e Dmytro Karabadzhak, entrambi molto regolari. Alina ha piazzato un 2-1-3 e il connazionale un quinto e ben due primi; un solo punto li separa, mentre al terzo posto è slittato di una sola posizione il thailandese Bhanubandh. Quarto assoluto il figlio del campionissimo Robert Scheidt, Erik, con numero velico lituano come la nazionalità di mamma Gintare (argento olimpico a Pechino); Erik si allena e regata per i colori del locale Circolo Vela Torbole.

Il migliore italiano, atleta della Fraglia Vela Riva, è Mosè Bellomi, sesto da quinto che era, dopo le prime due prove. Seconda femmina Clara Lorenzi (CN Bardolino), settima assoluta, mentre terza è la figlia d’arte Gaia Zinali (papà e nonno olimpici). Tra i più piccoli pre-agonisti scatta in prima posizione uno scatenato Artur Brighenti (CN Brenzone), che con due primi e un secondo ha sorpassato lo svizzero Hirsh. Terza assoluta e prima femmina l’ukraina Olha Lubianska, protagonista di una vittoria assoluta nella terza e ultima prova di giornata.

Le previsioni meteo dell’ultima giornata sono pessime, ma gli organizzatori della Fraglia Vela Riva faranno di tutto insieme al Comitato di Regata FIV e lo staff in acqua per sfruttare un’eventuale finestra di vento per regatare in sicurezza. La partenza è prevista alle ore 10:00.

Classifiche juniores: https://www.fragliavelariva.it/wp-content/uploads/2020/01/Juniores-race-5-after-rescoring-min.pdf
Classifiche cadetti: https://www.fragliavelariva.it/wp-content/uploads/2020/01/Cadetti-race-5.pdf

Pubblicità

Archivi

Categorie

di Tendenza