Connect with us logo La Voce del Trentino

Calcio

Trento e Mantova in campo nel pomeriggio

Pubblicato

il

A sole 72 ore di distanza dalla sfida di campionato contro l’Arzignano Valchiampo, per il Trento sarà già il momento di tornare in campo: mercoledì pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 14.30) i gialloblu scenderanno in campo al “Martelli” per affrontare il Mantova nella gara unica valevole quale primo turno della Coppa Italia di serie C.

In caso di parità al termine dei 90’ regolamentari verranno disputati due tempi supplementari da 15’ ciascuno e, se l’equilibrio dovesse perdurare, verranno battuti i calci di rigore. Chi accederà al secondo turno tornerà in campo mercoledì 2 novembre in casa contro la vincente della sfida tra Renate e Pro Sesto.

Pubblicità
Pubblicità

Così in campo.
Mister Lorenzo D’Anna dovrà fare i conti con le assenze per infortunio del portiere Matteo Cazzaro, dei difensori Filippo Carini e Federico Simonti, del centrocampista Andrea Cittadino e degli attaccanti Cristian Pasquato e Lorenzo Saporetti, mentre capitan Andrea Trainotti sarà ai box perché squalificato. Sono 18 i giocatori convocati.

Le parole di mister D’Anna.
È una partita ufficiale, importante e vogliamo fare bene anche in questa competizione. L’obiettivo è quello di passare il turno per regalare una soddisfazione, in primis, al Club e ai tifosi che ci seguono e sostengono sempre e per dare continuità ai risultati positivi delle ultime due gare e migliorare l’autostima.

Abbiamo qualche indisponibile, ma quella di mercoledì sarà l’occasione anche per dare spazio a chi ha giocato male e chi, magari, è stato ai box e ha bisogno di ritrovare la forma. Che partita mi aspetto? Una gara vera e dovremo essere pronti anche a stare in campo più dei novanta regolamentari visto che, in caso di parità al 90’, ci saranno i supplementari.

Siamo solamente all’inizio della stagione e, dunque, non si può parlare di stanchezza: credo sarà una gara aperta tra due squadre che vogliono passare il turno”.

I nostri avversari.
Fondato nel 2017, il Mantova 1911 è erede della tradizione sportiva iniziata nel 1911 con la nascita dell’Associazione Mantovana del Calcio e poi transitata attraverso varie rifondazioni, l’ultima delle quali operata nel 2010.

Gli elementi di spicco dell’organico affidato a Nicola Corrent, ex tecnico del settore giovanile dell’Hellas Verona (per lui anche tre stagioni in “Primavera”), da quest’anno al Mantova, sono i difensori Andrea Ingegneri (ex Cesena e Palermo in serie B, ex Forlì, Bassano, Pordenone e Modena in serie C) e Luca Iotti (ex Olbia, Teramo, Feralpisalò e Ancona Matelica in serie C), i centrocampisti Matteo Gerbaudo (ex Vicenza, Spal, Carrarese, Pordenone, Cuneo, Avellino, Foggia) e Alberto De Francesco (ex Spezia in serie B, già in C con Ischia Isolaverde, L’Aquila, Reggina e Avellino) e gli attaccanti Filippo Guccione (ex Cerea, Casale, Bassano, Delta Porto Tolle, Vigasio, Pro Sesto, alla sua quarta stagione a Mantova), Devis Mensah (ex Pordenone in serie B, Virtus Verona e Triestina in serie C) e Gaetano Monachello (ex Metalurh Donec’k, Olympiakos Nicosia, Cercle Bruges, Ergotelis, Virtus Lanciano, Atalanta, Bari, Ternana, Palermo, Ascoli, Pescara, Pordenone, Venezia e Modena), attualmente ai box per infortunio.

I colori sociali del Mantova sono il bianco e il rosso e la squadra lombarda disputa le gare interne allo stadio “Danilo Martelli” (capienza: 5.423 posti).

Gli ex della partita.
Cinque saranno gli ex della sfida, tutti tra le fila gialloblu. Il capitano del Trento Andrea Trainottiha indossato la maglia del Mantova dal 2014 al 2016, totoalizzando 56 presenze e realizzando 4 reti in serie C Biennio a Mantova anche per il compagno di reparto Filippo Carini, che in riva al Mincio ha giocato dal 2015 al 2017, per un totale di 49 presenze e 2 reti nel torneo di serie C.

Trascorsi in maglia lombarda anche per il centrocampista Andrea Cittadino (11 presenze in serie C nella seconda parte della stagione 2016/2017), Simone Saporetti (14 presenze in serie C nella seconda parte della stagione 2017/2018) e Davide Galazzini, ultimo ex in termini temporali, visto che ha militato nel Mantova per una stagione e mezza (25 presenze e 2 reti), con cui ha vinto il torneo di serie D nel 2020.

I precedenti.
Sono ben 31 i confronti ufficiali in ambito professionistico tra le due formazioni allo stadio “Martelli” di Mantova con un bilancio di 17 successi lombardi(l’ultimo per 2 a 1, poche settimane or sono in campionato), 9 pareggi (l’ultimo, 0 a 0, in Coppa Italia di serie C nella stagione 2002 – 2003) e 5 successi gialloblu (l’ultimo, per 1 a 0, in Serie C2 nel 1991 – 1992, con Alberto Cavasin sulla panchina del Trento).

La terna arbitrale.
A dirigere la sfida tra Mantova e Trento sarà Davide Gandino, appartenente alla sezione di Alessandria, alla sua prima stagione in Can C, dove ha diretto 1 gara di campionato e 2 gare del campionato “Primavera”.

Gli assistenti saranno Franck Loic Tchato e Marco Colaianni, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Aprilia e Bari, con Alberto Poli – della sezione di Verona – nelle vesti di Quarto Ufficiale.

I convocati.
Portieri: Marchegiani (1996); Tommasi (2004).
Difensori: Fabbri (1990); Ferri (1991); Galazzini (2000); Garcia Tena (1995); Semprini (1998).
Centrocampisti: Ballarini (2001); Belcastro (1991); Damian (1996); Matteucci (2004); Mihai (2003); Osuji (1990); Ruffo Luci (2001); Zandonatti (2004).
Attaccanti: Bocalon (1989); Brighenti (1987); Ianesi (2002).

Archivi

Categorie

di Tendenza