Connect with us logo La Voce del Trentino

Corsa

Si tinge di azzurro la Cima d’asta skyrace

Pubblicato

il

È tutto pronto nel Tesino per l’appuntamento tricolore di domenica 21 agosto, quando la quinta Cima d’Asta Skyrace avrà il compito di assegnare i titoli italiani Fisky (Fedarazione Italiana skyrunning) sul percorso extreme di 27 km e 2.400 metri di dislivello positivo.

Fra leconferme di partecipazione giunte alla segreteria dello Ski Team LagoraiTesino ci sono pure quelle dei quattro nazionali di specialità, il trentino Daniele Cappelletti, il valtellinese Luca Compagnoni, l’ossolano Roberto Giacomotti e il veronese Mattia Tanara.

Pubblicità
Pubblicità

Un poker di runner di assoluto livello, che dovrà vedersela anche con il solandro Daniele Andreis, con il trentino di Mori Christian Modena, con il brianzolo Luca Del Pero, con il lecchese di Mandello del Lario Lorenzo Beltrami e con il trentino Gabriele Guerri.

Nella start list femminile spiccano i nomi della bellunese Giulia Pol e della milanese Fabiola Conti, ma le iscrizioni non sono ancora chiuse ed è quindi probabile l’arrivo di qualche big, oltre all’incremento di adesioni che hanno già superato quota 200.

La gara è la sorella estiva della celebre Lagorai Cima d’Asta invernale, una delle competizioni storiche dello skialp, che nel 2023 festeggerà le 30 edizioni e il cui percorso è stato allestito nell’ultimo weekend dagli organizzatori e sarà affrontato all’inverso rispetto alla sfida innevata.

Lo start verrà dato alle ore 8 in località Camping Valmalene, a quota 1.105 metri, quindi i partecipanti dovranno subito cimentarsi con le verticalità, transitando al Ponte Val Vendrame (1.538 metri), quindi alla Forcella Magna (2.125 metri), al Canalone dei Bassanesi (2.486 metri) per affrontare la spettacolare cresta verso il punto più alto della Cima d’Asta (2.847 metri). Si inizia poi a scendere, passando per il rifugio Brentari (2.473 metri), il Monte Coston (1.993) e l’arrivo sempre nei pressi del camping Val Malene.

Come lo scorso anno è prevista pure una sfida con dislivello inferiore, esattamente 1.200 metri e con uno sviluppo di 16 km, che prevede la partenza da Malga Sorgazza (1.450 metri), quindi il transito nel punto più alto fissato nei pressi del rifugio Ottone Brentari (2.473 metri), per poi scendere verso il traguardo al camping Val Malene.

La partenza è prevista alle 9.30. Aperte fino alla vigilia le iscrizioni, ovvero alla mezzanotte di sabato 20 agosto, al costo di 40 euro per la gara corta e 50 per la lunga, con compilazione on line, consultando l’apposita sezione sul sito della società organizzatrice www.skiteamlagorai.com.

La quinta Cima d’Asta skyrace assegnerà anche punti anche per il circuito Itra, che racchiude le principali competizioni al mondo di questa specialità. Dodici mesi fa la sfida Extreme fu vinta dal
trentino Andrea Debiasi e dal bergamasco Luca Arrigoni
, che tagliarono appaiati il traguardo di Val Malene dopo 3h29’04” di gara, mentre al femminile s’impose la vicentina Martina Cumerlato (4h27’42”). La Skyrace di 16 chilometri, invece, fu vinta dal trentino del Primiero Daniele Meneghel (1h43’22”) e dalla bellunese Giulia Pol (2h13’03”).

Pubblicità
Pubblicità

Archivi

Categorie

di Tendenza