Connect with us logo La Voce del Trentino

Tennis

Grande festa del Tennis a Mezzocorona!

Pubblicato

il

E’ stata una gran bella festa. Il Tennis Trentino si è dato appuntamento venerdì sera nelle sale del ristorante la Cacciatora di Mezzocorona, per suggellare come è ormai buona abitudine la conclusione della lunga e intensa stagione appena andata in archivio, e nel contempo proiettare lo sguardo in avanti, verso un 2023 che si preannuncia assai stimolante e interessante.

Una serata da tutto esaurito, decisamente più sentita e partecipata rispetto a qualche edizione precedente, sono stati quasi 250 infatti gli appassionati che hanno affollato le sale del ristorante per rivivere insieme i momenti di un’annata lunga e intensa, vissuta come d’abitudine tutta di corsa. Un 2022 che ha evidenziato il periodo felice del tennis in generale, e il buon stato di salute del movimento trentino in particolare.

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo attraversando un momento particolarmente positivo, soprattutto a livello giovanile – ha evidenziato al proposito il presidente della Fit provinciale Marcello Russolo – Basti pensare ai quattro titoli nazionali conquistati in estate, un risultato eccezionale per il nostro tennis; i meriti, oltre che con i giocatori, vanno divisi anche tra dirigenti, circoli e maestri.

Il movimento trentino ha dimostrato ancora una volta di essere estremamente vivo e dinamico, lo dicono i numeri ma non solo quelli, perché sui nostri campi si è vista tanta qualità. Possiamo fare di più, certo, per questo il Comitato continuerà a investire gran parte delle sue risorse sull’attività dei ragazzi”.

Parole di elogio sono arrivate dall’assessore provinciale allo Sport e al Turismo della provincia di Trento Roberto Failoni, e da Graziano Risi, consigliere federale e responsabile del settore tecnico nazionale, che ha definito il Trentino “una regione virtuosa”.

I festeggiamenti si sono aperti con le premiazioni dei campioni provinciali individuali e a squadre, dei protagonisti del Grand Prix “Trentino”, giunto quest’anno alla 39esima edizione, e di tutti i circoli e i tennisti che hanno saputo mettersi particolarmente in luce e ottenere i risultati più significativi nel corso della stagione.

Giovani leoni – L’Ata Battisti ha fatto la parte del leone in quanto a titoli, ben ventiquattro tra competizioni individuali e a squadre, soprattutto a livello giovanile, seguita dal Ct Rovereto (16) e dal Ct Argentario (10), mentre anche altre realtà emergenti hanno saputo ritagliarsi uno spazio importante, è il caso di Ct Arco, Tc Brentonico, Ct Borgo, Ct Calisio, At Darzo, Ct Ledro, At Levico e Ct Pergine.

Citazione doverosa per Vittoria Segattini dell’Ata, che ha realizzato una splendida doppietta ai campionati italiani under 15, per Leonardo Penasa, anche lui dell’Ata, scudettato in doppio ai tricolori under 13, e per il giovanissimo valsuganotto Alessandro Fronza, dell’At Levico, che si è aggiudicato il titolo nazionale di doppio under 11.

Sugli scudi anche Noemi Maines, di scena nel fine settimana sui prestigiosi campi in terra rossa del del Country Club di Montecarlo, nel Master europeo under 16 (è stata semifinalista e medaglia di bronzo), e protagonista di uno straordinario 2022.

La 16enne di Mezzolombardo, che si gioca e si allena all’Ata, ha infilato due i titoli Itf sui campi piemontesi del Country Club Cuneo e su quelli polacchi del Kt Szcawno Zdroj lo scorso settembre, e tre successi nelle tappe Eta Under 16 di Rijeka (Croazia), Maribor (Slovenia) e Crema. A questi va aggiunto anche il titolo provinciale Open, ottenuto sul rosso del Circolo Tennis Trento, magari e tra quelli che brilla di meno, ma aggiunge comunque spessore alla sua meravigliosa bacheca.

Archivi

Categorie

di Tendenza