Connect with us logo La Voce del Trentino

News

Fugatti dice No agli sport di contatto. Per giocare a calcetto, volley e basket bisogna aspettare

Pubblicato

il

Maurizio Fugatti, nell’ordinanza firmata ieri, ha spiegato che non sarà ancora possibile organizzare la partita di calcetto, volley o basket fintanto che non arrivi il via libera da parte del Ministero della Salute.

A livello nazionale la proibizione degli sport da contatto vale fino a domani. Il Comitato tecnico scientifico non è d’accordo su un’eventuale ripartenza e spinge per una proroga del divieto, mentre il Ministro dello sport Vincenzo Spadafora sarebbe favorevole. Bisogna ora attendere il parere del Ministro della Salute Roberto Speranza.

L’ordinanza di Fugatti durerà quindi fino a domani. La ripartenza o meno degli sport da contatto dipende tutto dal Ministero della salute.

Non tutte le regioni hanno però voluto aspettare. In Sicilia, Puglia, Liguria e Veneto si è deciso di muoversi in maniera autonoma. In tutte e quattro le regioni c’è stato il via libera agli sport da contatto, giustificando la scelta in base al basso rischio nell’andamento dell’epidemia.

Nell’ordinanza Fugatti ha anche prorogato l’uso della mascherina fino al 14 luglio nei luoghi chiusi accessibili al pubblico.

Per quanto riguarda i parchi pubblici o privati Fugatti ha spiegato che anzichè mettere a disposizione strumenti di pulizia delle mani è sufficiente la presenza di una fontana nei pressi dell’area gioco.

Nel frattempo in Trentino si sono registrati ieri quattro contagiati. Nell’ultima settimana (dal 19 al 26) i nuovi contagiati sono stati rilevati a Bondone, Borgo Chiese, Mezzolombardo, Pergine, Rovereto, Sella Giudicarie, Tenno e Trento con un caso, due casi invece a Mori e tre a Storo.

Finora è presente un solo paziente ricoverato nelle strutture ospedaliere, ma non si trova in gravi condizioni.

Pubblicità

Archivi

Categorie

di Tendenza