Connect with us logo La Voce del Trentino

Basket

Dolomiti Energia Trentino: venerdì si torna in campo

Pubblicato

il

Possibili quintetti
Trento
G – Gary Browne, G – Jeremy Morgan, F – Kelvin Martin, F – Luke Maye, C – JaCorey Williams
Brindisi
G – Darius Thompson, G – D’Angelo Harrison, F – Josh Bostic, F – Derek Willis, C – Nick Perkins

Era in programma il 25 aprile, poi il 5 maggio… Ora finalmente abbiamo la certezza che venerdì 7 maggio alle 20.30 si gioca la partita contro Brindisi, quella scelta per celebrare anche sul parquet l’Aquila Basket Earth Day 2021!

La Dolomiti Energia Trentino per culminare nel migliore dei modi il percorso di sensibilizzazione, condivisione di buone pratiche e incontri l’edizione 2021 a tema “L’acqua e il suo spreco” scenderà in campo con una speciale divisa da gioco verde per testimoniare ulteriormente la sua vicinanza al tema della sostenibilità e del “green”, a partire dai piccoli gesti individuali che tutti siamo chiamati a fare per contribuire alla causa. 

Le maglie in edizione speciale utilizzate dai giocatori in partita e poi autografate saranno messe all’asta a partire dalla palla a due del match: il ricavato dell’asta di beneficenza verrà quindi devoluto al progetto di agricoltura sociale “Tutti nello stesso campo”, promosso dalla Cooperativa Sociale La Rete e da alcuni partner del territorio.

L’intricata situazione della classifica di Serie A permette comunque ai bianconeri di avere in mano il proprio destino: con due successi nelle ultime due sfide di regular season contro Brindisi e Virtus Bologna la Dolomiti Energia avrebbe la certezza di partecipare ai playoff Scudetto, ecco perché l’ultima sfida casalinga di regular season contro i pugliesi è particolarmente importante per i bianconeri.  

Con un solo posto playoff ancora da assegnare, Trento insomma può ancora sognare la sua sesta partecipazione consecutiva alla post-season: per trasformare il sogno in realtà però ci saranno da battere due “big” del campionato, e per farlo l’Aquila dovrà affidarsi anche al talento e all’esplosività di JaCorey Williams, premiato come MVP del mese di aprile della LBA grazie a una strepitosa media di 24,5 punti a partita che sono valsi ai bianconeri tre successi in quattro partite. 

Dopo tanti giorni di difficoltà legate ai numerosi casi di Covid, Brindisi è pronta a tornare in campo: lo farà stasera per recuperare un match contro Sassari, quindi sarà di scena a Trento venerdì sera a caccia di punti pesanti per inseguire il primo posto in classifica o per rafforzare la seconda piazza. 

Coach Frank Vitucci, anch’egli recuperato in panchina, dovrà fare i conti con un roster ristretto e non perfettamente in condizione, ma può contare su un gruppo che nelle difficoltà in questa stagione strepitosa per i pugliesi ha sempre saputo esaltarsi. 

Il leader offensivo della squadra, ancora prima del fantastico scorer D’Angelo Harrison (18,6 punti a partita), è il play USA Darius Thompson, inserito tra i cinque finalisti per il premio di MVP del campionato grazie ad una regular season da 13,4 punti e 6,1 assist di media. Sul perimetro i pericoli arrivano anche dal tiro da fuori e dall’atletismo di due giocatori esperti e “vincenti” come Josh Bostic (13,9 punti con 2,4 triple segnate a partita) e James Bell (8,7 punti). 

Tra i lunghi spiccano le prestazioni di Derek Willis (11,0 punti e 8,0 rimbalzi) e Nick Perkins (13,2 e 5,6), ma la forza dei brindisini è stata per tutto l’anno quella di saper trovare nelle cosiddette seconde linee energia, punti e giocate vincenti: di questa categoria fanno parte Raphael Gaspardo (7,8 punti di media, 15 nel match di andata contro Trento), Mattia Udom e Ousman Krubally (entrambi intorno ai 6 punti a partita). 

Il conto dei precedenti dice 7-5 in favore dell’Aquila, che nell’ultimo precedente in casa datato 30 novembre 2019 si impose 78-67 grazie a 19 punti di Ale Gentile e ad un ottimo ultimo quarto di Dada Pascolo; nel match di andata di questa stagione invece al PalaPentassuglia la spuntò la squadra pugliese 74-73 dopo una grande rimonta dell’ultimo quarto culminata con le giocate di un inarrestabile Harrison (18 punti per lui, 19 di Morgan per i bianconeri). 

Archivi

Categorie

di Tendenza