Connect with us logo La Voce del Trentino

Ciclismo

Ciclismo: nasce il Team Femminile Eletta Trentino Cycling e fioccano pesanti polemiche nel ciclismo Trentino

Pubblicato

il

La nascita della nuova formazione ha sollevato parecchi malumori nel ciclismo Trentino in particolare in Geltrude Berlanda attuale presidente della Ciclistica Dro e protagonista e mente della nascita del Team Femminile Trentino nel lontano novembre 2002 ma che ancora opera nel ciclismo trentino affrontando le dure difficoltà legate alla congiuntura economica ed altro.

Di questi giorni appunto è il lancio in pompa magna del Team Femminile Eletta Trentino Cycling annunciato come la squadra “salvatrice” del ciclismo femminile dimenticando che da anni esistono altre realtà che hanno lavorato sempre in silenzio senza tanta pubblicità e risonanza.

Questa creatura a detta di molti sembra una specie di “marchetta” di Dario Broccardo che non aveva ricandidato alla presidenza della FCI Trentino perché a detta sua “stanco”.

Stanchezza che a quanto pare è durata poco in quanto pochi giorni dopo Broccardo ha annunciato la candidatura alla Federazione Ciclistica Italiana in veste di Vice Presidente in appoggio al candidato presidente Cordiano Dagnoni.

Dopo pochi giorni ecco spuntare la nuova creatura, cioè la nuova formazione che vede presidente proprio Dario Broccardo con madrina Letizia Paternoster e tecnici Rossella Callovi e Caterina Giurato.  Nomi da sempre vicini a Broccardo. 

La sede dell’associazione risulta essere la stessa del Comitato Trentino. Ed in molti si chiedono se la nuova società pagherà l’affitto per l’uso degli uffici visto che le altre società Trentine devono sostenere in proprio le spese per una loro sede.

Nella società risulta anche tesserato nel direttivo il due volte campione del mondo Gianni Bugno.

Dei vari comunicati usciti su stampa locale e nazionale nessun accenno alle ragazze che faranno parte di questa formazione ma solo elogi a Broccardo e compagnia. 

“Non si tratta solo di una nuova squadra – spiega Letizia Paternoster in una nota – il nostro è un progetto nato per garantire continuità all’attività che svolgono le società sportive del territorio. Vogliamo dare una concreta opportunità di crescita alle ragazze che si affacciano alle categorie agonistiche. Molte di loro sarebbero costrette ad abbandonare la bicicletta ancor prima di aver iniziato a gareggiare tra le esordienti e le allieve.”

Nel comunicato nessun accenno a nomi o foto delle ragazze della squadra ma solo una foto con la maglietta naturalmente sponsorizzata.

Sui social comunque si sono scatenate numerose le ire di tanti tecnici e appassionati di ciclismo che spesso collaborano volontariamente a titolo gratuito per il mondo del ciclismo femminile.

Una dei tanti messaggi postati che appoggia le dichiarazioni di BerlandaConosco Geltrude Berlanda da anni, condivido in pieno le sue parole, ha dato anima e cuore al Team Femminile Trentino ed è giusto che le venga riconosciuto che il primo Team Femminile è stato creato da lei. Succede spesso che ci si dimentichi del lavoro fatto, della passione che queste persone mettono e della mano che portano al proprio portafoglio senza fare troppa pubblicità

A questo si aggiunge l’imbarazzante silenzio per il momento della neo presidente del Comitato Trentino Giovannina Collanega.

Archivi

Categorie

di Tendenza