Connect with us logo La Voce del Trentino

Hockey

Alps Hockey League, il Renon e Cortina partono con una vittoria nel Master Round. Il derby ladino al Fassa

Pubblicato

il

FISG

Grazie a due gol e un assist del capitano Simon Kostner, i Rittner Buam hanno iniziato perfettamente il Master Round della Alps Hockey League con una netta vittoria per 4-1 in casa contro l’Hockey Unterland Cavaliers. La S.G. Cortina Hafro ha sorpreso vincendo 3-2 dopo i tempi supplementari in trasferta sull’indiscussa dominatrice della regular season dell’HDD SIJ Acroni Jesenice. Nei gironi di qualificazione entrambe le squadre prime classificate hanno conquistato la posta piena. Già in zona pre-playoff il Fassa che supera nel derby ladino il Gherdeina dell’ex coach Liberatore.

La S.G. Cortina Hafro ha inflitto la seconda sconfitta casalinga ai vincitori della stagione regolare dell’HDD SIJ Acroni Jesenice nella prima giornata del Master Round. Dopo essere rimasto a bocca asciutta nei due incontri di stagione regolare contro i balcanici. gli ampezzani sono riusciti ad imporsi a Jesenice per 3 a 2 ai tempi supplementari. I biancocelesti hanno subito un recupero a partire da metà match e così la gara è arrivata ai supplementari dove l’ex Asiago Gabriele Parini (64.) ha messo fine all’incontro. Per i biancocelesti in evidenza Diego Cuglietta (1G|2A) con tre punti.

La seconda partita nel gruppo delle formazioni già ai playoff è stata risolta dai Rittner Buam SkyAlps, che hanno ottenuto una vittoria per 4-1 in casa contro l’ Hockey Unterland Cavaliers. La formazione della Bassa Ateina aveva annunciato il prolungamento del contratto con il capitano Tobias Brighenti prima del derby a Collalbo. La decisione a favore dei “Buam” è arrivata nei primi sette minuti del periodo finale con due gol di Simon Kostner (43., 48.) ed una rete di Robert Öhler (45.). Il Renon ha così ottenuto la quarta vittoria consecutiva, mentre la neopromossa ha perso per la prima volta dopo le precedenti quattro vittorie.

Lo Zell am See ribalta due gol di svantaggio e consolida il suo primato nel Girone di Qualificazione A
L’EK Die Zeller Eisbären ha ottenuto una vittoria in rimonta nella prima giornata del Qualification Round A, sconfiggendo alla fine le Steel Wings Linz per 4-3. Dopo che Henrik Neubauer (7.) aveva portato in vantaggio la squadra di casa davanti a una folla di quasi 1.500 spettatori, gli ospiti di Linz hanno alzato il tiro. Grazie a un efficiente power play, gli alto-austriaci si sono portati in vantaggio per 3-1 dopo 35 minuti. Hubert Berger (39./PP1) ha poi ridotto il deficit nel secondo periodo, prima del recupero da parte degli Orsi Polari nel periodo finale con i gol di Philip Putnik (46./PP1) e Frederik Widen (58./PP1).

Nella seconda partita del QR A, l’SHC Fassa Falcons ha posto fine alla sua serie negativa, ottenendo una vittoria casalinga per 3-1 contro l’HC Gherdeina valgardena.it dopo cinque sconfitte consecutive. Per le “Furie” si è tratta già della quarta sconfitta consecutiva. Il Fassa è stato in svantaggio fino a metà partita, poi Edgar de Toni (33) ha pareggiato. Nel periodo finale Massimo Pietroniro (47. e 59.) ha deciso il derby ladino con una doppietta. Fassa che avanza in zona pre-playoff e Gherdeina, invece, che ne esce. Questa era anche la prima volta di coach Marco Liberatore contro la sua ex squadra del Fassa che ha guidato fino allo scorso ottobre.

Le squadre prime classificate vincono anche nel girone B di qualificazione
Anche nel secondo gruppo di qualificazione la squadra testa di serie ha festeggiato una vittoria iniziale, visto che l’EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel ha prevalso contro l’HC Meran/o per 6-3. Dopo due periodi pari con due gol per sfidante, uno ciascuno in powerplay, gli “Adler” hanno superato gli avversari con quattro gol a testa nell’ultimo periodo. Luis Ludin ha realizzato due gol e un assist per i padroni di casa.

Archivi

Categorie

di Tendenza