Connect with us logo La Voce del Trentino

Nuoto

Al via i campionati di pallanuoto. Rari Nantes senior ammessa al campionato di serie C

Pubblicato

il

Sembrava che questo momento non dovesse più arrivare. Dopo la brusca interruzione dell’attività agonistica avvenuta più di un anno fa con tutti i campionati delle categorie giovanili sospesi nel bel mezzo dello svolgi mento ed il campionato di serie D mai partito, finalmente il 1° maggio riprenderà l’attività agonistica della pallanuoto targata Rari Nantes Trento.

A questa prima splendida notizia se ne aggiunge una ulteriore, ovvero l’ammissione della squadra Senior al campionato di serie C, che sarà la prima competizione a prendere il via. (in realtà dei 20 componenti di “senior” sono solo 5 gli altri sono tutti under 20 con due giovanissimi under 16).

Francesco Scannicchio, responsabile del settore pallanuoto di Rari Nantes Trento e membro dello staff tecnico della nazionale maggiore ci illustra la situazione: “Siamo tutti molto emozionati e non vediamo l’ora di cominciare l’attività agonistica in senso stretto. La soddisfazione più grande è stata quella di osservare la gioia negli occhi dei nostri ragazzi quando abbiamo comunicato loro la notizia. Da settembre ad oggi i gruppi si sono allenati con impegno e determinazione, rispetto delle regole e disciplina, anche se non è stato sempre semplice tenere alte le motivazioni. Sono orgoglioso di quanto fatto da Rari Nantes Trento, che ha messo in gioco tutta se stessa pur di permettere ai ragazzi di continuare l’attività. La nostra ammissione alla serie C è dovuta proprio al fatto che tantissime società che avrebbero dovuto partecipare a tale campionato ed alla serie D hanno deciso di non portare avanti l’agonismo in quanto i costi non sarebbero stati sorretti dall’attività commerciale.

Sul piano tecnico è necessario spiegare come la nostra squadra, vista la giovanissima età, da un lato avrà enormi difficoltà nell’affrontare squadre più esperte, più forti fisicamente e più dotate tecnicamente (nel campionato di serie C giocano atleti che hanno indossato calottine di squadre di serie A ed addirittura giocato nelle nazionali come Istvan Moldovai del Padova Nuoto) ma dall’altro potrà crescere in termini di apprendimento del gioco e sviluppo della personalità.

Affrontiamo il percorso con la certezza della fatica e delle difficoltà che esso comporta, ma fiduciosi nella maturazione dei nostri ragazzi proprio grazie a tali asperità. Questo è in effetti il nostro obiettivo agonistico per questo primo anno di attività seniores.”


“È motivo di orgoglio – dichiara Massimo Eccel direttore sportivo di Rari Nantes Trento – per noi pensare come la squadra sia composta per la quasi totalità da ragazzi cresciuti nel nostro vivaio, che ha visto l’avvio solo nel 2014 grazie ad una intuizione dell’allora presidentessa Patrizia Tait. Ma amo sempre ricordare che Rari Nantes ha una tradizione pallanuotistica che parte dagli anni ’30 del secolo scorso e l’attuale consiglio dell’Associazione con a capo il presidente Luca Moser, punta molto su questa disciplina. Ciò è testimoniato anche dal grande investimento che viene fatto sui giovani. Il nostro staff tecnico è composto da 5 elementi: Francesco Scannicchio allenatore Serie C ed Under 18, Daniele Mezzano (tecnico con esperienze da giocatore ed allenatore nella serie A nazionale) allenatore under 16, Matteo Mazzaretto allenatore Under 14, Mattia Scartezzini allenatore gruppo Acqua Gol (under 12) ed Arturo Zocca istruttore dei bambini dei corsi “gioca ed impara”. A loro si affiancano Manuele Villani preparatore in acqua del gruppo serie C-Under 18, Luca Stolfi preparatore a secco del gruppo Serie C – under 18 e under 16 e Morena Poli preparatrice a secco del gruppounder 14. È evidente il grande sforzo che la nostra associazione compie, ma la crescita tangibile del settore è per noi motivo di soddisfazione tale da giustificare tanto impegno.”

La chiosa è del presidente della Rari Nantes Trento Luca Moser: “Sono molto soddisfatto per la ripresa dell’attività agonistica della pallanuoto. Non è stato e non è facile. Provincia di Trento, Comune di Trento ed ASIS ci hanno dato l’opportunità di portare avanti il nostro agonismo e per noi raccogliere i frutti significa, al momento, dare fiducia e speranza ai nostri tesserati. Oltre al campionato di serie C, inizieranno i campionati under 18, under 16 e under 14 e speriamo poter far giocare campionato anche ai nostri piccoli ACQUA GOL (under 12). Abbiamo quindi bisogno del sostegno delle istituzioni, perché dovremo organizzare un grande numero di partite che avranno termine non prima di agosto e chiaramente saranno necessari idonei spazi per allenare i tanti atleti impegnati. Speriamo anche di poter riprendere presto tutte le attività tipiche della nostra associazione, perché la nostra missione principale è quella di far conoscere i benefici dell’acqua e la coscienza di sé nell’acqua soprattutto ai bambini, oltre che a tutti coloro che ne sono privi. Infine, ci tengo a ringraziare quanti tra dirigenti e volontari si daranno da fare per permetterci di mettere in atto tutti i dispositivi stabiliti
dalla FIN per l’effettuazione delle gare di campionato: dall’effettuazione dei tamponi all’attività sul piano vasca in occasione delle partite stesse. Per noi questo è un contributo enorme ed imprescindibile.”

Archivi

Categorie

di Tendenza