Connect with us logo La Voce del Trentino

Corsa

10 km: titoli in palio a Castelfranco Veneto

Pubblicato

il

Sfide per il tricolore sabato 3 settembre a Castelfranco Veneto (Treviso) nei Campionati italiani dei 10 km di corsa su strada.

È la rassegna che mette in palio i titoli assoluti e quelli delle categorie giovanili (promesse, juniores e allievi) nell’evento valido anche come seconda prova del Campionato italiano di società di corsa, su un tracciato pianeggiante di quattro giri con le mura cittadine sullo sfondo. Attesi i due campioni in carica: nella gara maschile ci sarà Iliass Aouani (Fiamme Azzurre), al rientro dopo la maratona degli Europei.

Pubblicità
Pubblicità

Se la vedrà tra gli altri con Pietro Riva (Fiamme Oro) che nei 10.000 su pista si è piazzato quinto a Monaco ed è il primatista italiano della distanza su strada. Un record eguagliato con 27:50 nella scorsa settimana da Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), al via per un confronto che quindi si preannuncia particolarmente combattuto.

Al femminile Sofiia Yaremchuk (Esercito) punta a confermare il successo della scorsa edizione a Forlì. Tra le principali contendenti Rebecca Lonedo (Fiamme Oro) e la 21enne Giovanna Selva (Sport Project Vco), entrambe al personale quest’anno sui 10.000 nella Coppa Europa disputata in maglia azzurra.

UOMINI – A tre settimane dalla maratona europea, torna in gara Iliass Aouani. Si rimette in corsa il milanese delle Fiamme Azzurre che sulle strade di Monaco non è riuscito a brillare, diciannovesimo in 2h15:34 frenato dai crampi, dopo aver firmato quest’anno il miglior esordio di sempre per un italiano (2h08:34).

A Castelfranco Veneto sarà in gara anche per i Societari (portando punti per il club di provenienza, l’Atletica Casone Noceto) e prova a confermare il titolo vinto nella passata stagione, ma non mancano gli avversari. Parlano chiaro gli ultimi risultati di Pietro Riva (Fiamme Oro), fresco di personale anche sui 5000 in 13:22.73 martedì a Rovereto oltre che agli Europei con 27:50.51 nella distanza dei 10.000 che lo ha visto conquistare il tricolore a Brescia.

Il piemontese detiene il primato italiano dei 10 km su strada ed è sceso a 27:50 in Spagna, a Laredo, il 19 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Qualche giorno fa, giovedì scorso, a pareggiare quel crono ci è riuscito Yohanes Chiappinelli ad Arezzo e di conseguenza anche il senese dei Carabinieri, già secondo alle spalle di Aouani nell’ultima edizione di Forlì e in marzo nel cross tricolore, si propone di diritto tra i maggiori candidati al podio.

Da seguire poi il pugliese Pasquale Selvarolo (Fiamme Azzurre), 28:30.35 in Coppa Europa dei 10.000, e Marouan Razine (Esercito), autore a metà giugno del personale sui 5000 con 13:24.91, oltre a Badr Jaafari (Atl. Casone Noceto), Nadir Cavagna (Fiamme Azzurre), Michele Fontana (Aeronautica), Giuseppe Gerratana (Aeronautica) e Sebastiano Parolini (Ga Vertovese), solo per citarne alcuni, mentre non sarà presente Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto) bloccato da un problema fisico.

Al via per il campionato di società diversi africani tra cui l’ugandese Oscar Chelimo (Atl. Casone Noceto), bronzo mondiale dei 5000, a poche ore dall’impegno di venerdì sera in Diamond League a Bruxelles. Tra gli under 23 il romano Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane) difende il titolo, in una gara che attende anche Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana), Zouhir Sahran (Milone Siracusa), il siepista Abderrazzak Gasmi (Toscana Atl. Futura) e l’ex campione juniores Nicolò Gallo (Atl. Mondovì Acqua San Bernardo).

DONNE – Su questa distanza ha festeggiato il suo primo titolo italiano in carriera. L’obiettivo di Sofiia Yaremchuk è ripetere la vittoria del 2021, dopo i notevoli progressi compiuti in primavera nella mezza maratona (1h09:09). Comincia la seconda parte di stagione per la portacolori dell’Esercito, in attesa di proiettarsi verso gare più lunghe.

Un percorso agonistico che nelle prossime settimane potrebbe coinvolgere altre atlete: tra queste la vicentina Rebecca Lonedo, da poco entrata nelle Fiamme Oro, annunciata in forma per aver completato un test significativo nei 5 km di Arezzo in 15:23.

Terza l’anno scorso a Forlì, in questa stagione è riuscita a migliorarsi sui 10.000 con 33:15.86 nel trofeo continentale di fine maggio. Ai nastri di partenza con buone credenziali Giovanna Selva (Sport Project Vco) che in quell’occasione a Pacé, in Francia, si è portata a 33:47.41.

La 21enne piemontese, oro europeo under 23 a squadre di cross, ha chiuso invece con 15:30 nella recente gara di Arezzo. Proveranno a inserirsi Gaia Colli (Atl. Valle Brembana), più volte quest’anno sul podio tricolore, e l’emergente molisana Letizia Di Lisa (Gs Virtus), seconda nei 5000 agli Assoluti, senza dimenticare Maria Chiara Cascavilla (Aeronautica), rientrata dopo un lungo stop.

Tra le belle notizie, il previsto ritorno di Federica Sugamiele a quasi un anno dall’incidente stradale che l’aveva costretta a un periodo di inattività, per le fratture al bacino riportate, ma poi la siciliana della Caivano Runners ha ripreso a correre in modo graduale dalla scorsa primavera e ha deciso di esserci in questa rassegna, seppur non al massimo della condizione.

Per il podio under 23, con Giovanna Selva, altre due campionesse europee di categoria per team nella campestre come Michela Moretton (Atl. Ponzano) e Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera), ma anche Giulia Marangon (Atl. Vicentina).

JUNIORES E ALLIEVI – Il tricolore juniores dei 5000 metri Stefano Benzoni (Atl. Valle Brembana) ha già vinto su strada l’anno scorso tra gli allievi ma dovrà vedersela con il campione del cross Elia Mattio (Pod. Valle Varaita), che quest’anno ha trionfato agli Europei di corsa in montagna, e con il compagno di club Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana).

Anche al femminile c’è un’atleta in grado di mettersi in evidenza su ogni terreno, la valdostana Axelle Vicari (Sisport), che dopo il bronzo continentale nel “mountain running” si è aggiudicata il titolo italiano dei 5000, ma attenzione a Greta Settino (Toscana Atl. Empoli Nissan) e all’ex campionessa under 18 Adele Roatta (Atl. Mondovì Acqua San Bernardo).

Ad aprire il programma nell’evento organizzato da Gruppo Atletica Vedelago e Us Atletica Quinto Mastella, con il supporto del Comune di Castelfranco Veneto, alle ore 17.00 saranno le allieve, impegnate sui 6 chilometri, con le azzurrine Sofia Cafasso (Battaglio Cus Torino), Elisa Maglione (Atl. Ponzano), Giulia Bernini (Toscana Atl. Empoli Nissan) e Ginevra Di Mugno (Acsi Italia Atletica).

Nella gara maschile under 18 scattano con i favori del pronostico il tricolore di cross Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana), Francesco Mazza (Atl. Saluzzo) e Nicola Morosini (Us Rogno).

Archivi

Categorie

di Tendenza